Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

Loading...

VIDEO CORRELATI

  

Riccione. Racconti di un mito

(2013 - 58')

Genre: Arts & Culture & History & Human Interest
Synopsis: Il 19 ottobre 1922 Riccione diventa comune autonomo e nel 2012 la Perla Verde festeggia i suoi 90 anni. Tutto parte dalla prima fermata del treno a va...

continue

  

THEY ARE SAILORS

(2014 - 17')

Genre: Adventure & Travels & Docu-Reality & Personal Viewpoint
Synopsis: Poco meno di una settimana a bordo della Rainbow Warrior, una delle tre famose navi di Greenpeace, per raccontare la sua vita e quella dei suoi abitan...

continue

  

Bagnini & Bagnanti

(2017 - 72')

Genre: Docu-Reality & Ethnography & Lifestyle
Synopsis: Le avventure dei bagnini sciupafemmine dagli anni 60 ad oggi. Nel corso degli anni '60 e '70, le spiagge italiane erano affollate di giovani ragazz...

continue

  

L' ora d'acqua

(2018 - 71')

Genre: Adventure & Travels & Human Interest & Kids
Synopsis: Mauro è un sommozzatore che lavora a grandi profondità sotto le piattaforme petrolifere, in mezzo al mare, e deve vivere in una minuscol...

continue

  

Funne. Le ragazze che sognavano il mare

(2017 - 77')

Genre: Human Interest
Synopsis: A Daone, un paesino freddo e selvaggio, sospeso fuori dal tempo tra le montagne, un gruppo di “ragazze” ottantenni sta facendo una riunione al circolo...

continue

FILMS

63 miglia


Titolo inglese: 63 miles
Anno: 2008
Durata: 52'
Regista: Laura Viezzoli
Direttore della fotografia: Lorenzo Cioffi
Montatore: Valentina Cicogna
Società di produzione: Invisible Film

Colore: Color
Formato: MINI DV
Ratio: 4:3
Lingua originale: italian
Sottotitolo: english
Genere: Personal Viewpoint
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: in produzione
Data Uscita: 30-10-2008

Nome: Paolo
Cognome: Restelli
Società: Digidoc
E-mail: marketing@digidoc.tv.it

Sinossi:
Nient'altro che mare. Quasi. Mare, cielo e un pedalò, molto distante, che avanza lento. Da lontano sembra quasi immobile. Attorno nessun punto di riferimento, solo mare e mare. L'inquadratura si fa più stretta, a bordo un ragazzo e una ragazza. Capelli arruffati, bagnati, sudati. Pedalano forte. Da vicino il pedalò non è affatto immobile, un continuo salire e scendere. In mare aperto le onde sono grandi e fastidiose. Un breve movimento di macchina svela, lì accanto, la presenza di una barca a vela. Dal basso verso l'alto l'impatto è vertiginoso. Si parte in medias res, un piccolo surreale pedalò in mezzo all’Adriatico. A ritroso si svelano gli antefatti, i protagonisti, i luoghi.