Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

VIDEO CORRELATI

  

The Gift

(2014 - 10' x 5)

Genre: Docu-Reality
Synopsis: The Gift è un format televisivo con all'attivo una produzione di 12 approfondimenti monografici della durata di 7-10 minuti ciascuno. ...

continue

  

Around Europe

(2014 - 80')

Genre: Docu-Reality & Educational & History
Synopsis: Around Europe è il viaggio di cinque giovani studenti attraverso luoghi simbolo della stroria del 900 europeo....

continue

  

La Visione Romantica

(2015 - 96')

Genre: Biography & Educational & Human Interest
Synopsis: Ognuno in una relazione amorosa pensa di essere solo con le proprie scelte e i propri sentimenti. In realtà siamo tutti condizionati sotto molt...

continue

  

Tempi moderni 3.0

(2016 - 51')

Genre: Docu-fiction
Synopsis: Un senzatetto italiano che distribuisce volantini ad un semaforo commissiona un video promozionale per far conoscere il suo lavoro e la sua filosofia ...

continue

  

Il Successore

(2015 - 52')

Genre: Human Interest & Personal Viewpoint
Synopsis: Vito Alfieri Fontana è un ingegnere ed ex proprietario della Tecnovar, azienda pugliese specializzata nella progettazione e nella vendita di mi...

continue

FILMS

Adisa, or a thousand years story


Titolo inglese: Adisa, or a thousand years story
Anno: 2004
Durata: 80'
Regista: massimo domenico d'orzi
Direttore della fotografia: Stefano D'amadio
Montatore: Paola Traverso
Società di produzione: Cooperativa Il Gigante
Distribuzione: Vitagraph s.a.s

Colore: Color
Formato: BETACAM SP
Ratio: 16:9
Lingua originale: v.o. serbo-croata
Sottotitolo: english
Genere: Investigation, Reportage & Current Affaires
Paese di produzione: Italia

Nome: D'angelo
Cognome: Filippo
Società: Vitagraph
E-mail: vitagraph@libero.it
Sito web: link al sito

Sinossi:
Through a series of close-ups and plays of light and shade, this film tells of a journey through the men, women and children of the Rom population, which remains mysterious and little-known to this day. Having left intending to document the reality and present of Bosnia-Herzegovina, in which the wounds of war are still open, the director reveals faces and attitudes that belong to the history and culture of a people from far away, using the language of the cinema that aims to go beyond the distinction between documentary and fiction. "This is the story of a journey amongst the Rom communities of Bosnia-Herzegovina which started with the intention of documenting the present and ended by taking on the characteristics of a historic film there was also a more rational motivation: that of understanding what happened to them, the gypsies, a people famously without homeland or religion in an ex-Yugoslavia in which peoples and ethnic groups massacred each other in the name of a nation and their god." (Massimo D. D’Orzi)