Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

VIDEO CORRELATI

  

Formiche erranti sulle terre d'Argentina

(2014 - 46')

Genre: Biography
Synopsis: La storia di Argentina Altobelli (1866-1942), prima segretaria della Federterra - il più grande sindacato italiano tra la fine dell'800 e i pri...

continue

  

Vite al Centro. Storie di commesse nell'epoca dei centri commerciali

(2014 - 78')

Genre: Biography & Docu-Reality & Human Interest
Synopsis: Nel mondo del commercio il modello “7 giorni su 7 - 24 ore su 24” si è definitivamente affermato in seguito alla liberalizzazione totale degli ...

continue

  

Massimino

(2017 - 16')

Genre: Biography & History & Human Interest
Synopsis: Ettore Scola, nel 1973, realizza il film Trevico-Torino storia di Fortunato, ragazzo meridionale in cerca di lavoro e certezze nella capitale italia...

continue

  

NImble fingers

(2017 - 52')

Genre: Docu-fiction & Docu-Reality & Ethnography
Synopsis: Nimble fingers sono le dita delle operaie vietnamite che lavorano nelle fabbriche dei più importanti marchi dell’elettronica mondiale. Bay, una...

continue

  

Tra il cane e il lupo

(2018 - 83')

Genre: Docu-fiction
Synopsis: Tra il cane e il lupo ricostruisce l’esperienza del Collettivo Cinema Militante di Milano attivo dal ’68. La voce della regista si alterna ai film del...

continue

FILMS

Appunti per un film sulla lotta di Melfi

altre informazioni

Appunti per un film sulla lotta di Melfi


Titolo inglese: Appunti per un film sulla lotta di Melfi
Anno: 2004
Durata: 40'
Regista: Stefano Consiglio
Autore: Stefano Consiglio
Producer: videocut


Formato: DIGITAL BETACAM
Ratio: 16:9
Lingua originale: italian
Genere: Investigation, Reportage & Current Affaires
Paese di produzione: Italia


Sinossi:
Scriveva Max Weber che una classe sociale si definisce come una comunità di destino. È esattamente questo il punto che ha contraddistinto la lotta di Melfi e che ho tentato di raccontare attraverso il mio film: il fatto che non si è trattato soltanto di una classica, seppure fondamentale, vertenza sindacale sul salario, la fatica dei turni, e contro le punizioni indiscriminate fioccate a migliaia! C’è stato qualcosa di più: una comunità di uomini e donne del sud, che rivendicavano una rinnovata dignità di cittadini e di lavoratori che, dopo dieci anni, si riconoscevano finalmente in un destino comune! E così a poco più di un anno di distanza dalla realizzazione de l’uomo flessibile, che si chiudeva proprio con la storia di un operaio della sata, ho deciso di riprendere il filo lasciato in sospeso di quel racconto e ritornare alla fiat di Melfi.