Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

A sud di Pavese

(2015 - 56')

Genre: Arts & Culture & Human Interest & Personal Viewpoint
Synopsis: La figura di Cesare Pavese, uno dei più grandi scrittori del '900, diventa ispirazione per un viaggio intimo alla ricerca dei fili che continua...

continue

  

Contromano

(2015 - 73')

Genre: Docu-Reality & Nature & Environment
Synopsis: A Torino, emblema di città post-industriale, la riscoperta della bicicletta apre nuovi orizzonti: speranze, difficoltà, sogni all’intern...

continue

  

Al di qua

(2016 - 79')

Genre: Docu-fiction & Docu-Reality
Synopsis: Un senzatetto muore per strada nel suo giaciglio. Alcune decine di amici senzatetto marciano uniti, quasi come nel dipinto “Quarto Stato” di Pellizza ...

continue

  

I Ricordi del Fiume

(2016 - 96')

Genre: Ethnography & Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: Torino, Italia. Il Plat‚ è una delle baraccopoli più grandi d’Europa. Un progetto di smantellamento si abbatte su una comunità co...

continue

  

Arctic Spleen

(2014 - 64')

Genre: Human Interest & Personal Viewpoint
Synopsis: Arctic Spleen è un viaggio intimo e personale nella vita giovanile Groenlandese dove natura, noia, violenza e tradizione stanno da decenni recl...

continue

FILMS

Capitan Salgari


Titolo inglese: Captain Salgari
Anno: 2010
Durata: 52'
Regista: Marco Serrecchia
Producer: Daniele DI GENNARO
Società di produzione: Minimum Fax Media

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italian
Sottotitolo: english
Genere: Arts & Culture & Biography
Tema: Poesia & Scrittura
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: in produzione
Data Uscita: 30-12-2010
Sito web: visita il sito

Nome: DANIELE
Cognome: DI GENNARO
Società: MINIMUM FAX MEDIA
E-mail: daniele@minimumfax.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
L’intenzione di questo film è quella di raccontare Emilio Salgari da un punto di vista finora inesplorato muovendosi attraverso tre “geografie” salariane, tre diversi piani narrativi, lungo un filo conduttore che segue cronologicamente gli ultimi vent’anni di vita dello scrittore. La geografia torinese, il vissuto della città in cui ha vissuto gli anni più tormentati della sua vita, seguendo i percorsi e recuperando “l’aria” della Torino di fine secolo. La geografia dell’esotico, quella fantastica dei suoi romanzi, il suo “monde à part”, composto di luoghi esotici, affascinanti e lontani, un atlante che esisteva solo nella sua mente fantasiosa, e che ha accompagnato la giovinezza di intere generazioni di lettori. Infine, la geografia interiore del Salgari uomo, quella che lo spinse al suicidio, esplorando la sua ultima abitazione di Corso Casale a Torino e ricostruendo i suoi ultimi anni di vita attraverso il suo noto e disperato epistolario.