Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

VIDEO CORRELATI

  

Una spia chiamata Claretta

(2008 - 52')

Genre: Biography & History
Synopsis: Claretta Petacci è passata alla storia come la donna che affrontò la morte pur di stare vicino all’uomo che amava, Benito Mussolini. Una...

continue

  

GLI ULTIMI BUTTERI

(2018 - 96')

Genre: Ethnography & Human Interest & Nature & Environment
Synopsis: Ad Alberese, nella Maremma toscana, sono rimasti gli ultimi tre butteri, uomini eroici che praticano ancora l'allevamento allo stato brado di bovini, ...

continue

  

Operazione salvataggio

(2011 - 54')

Genre: Arts & Culture & Biography & History
Synopsis: 1938. Una sola cosa Hitler invidia al suo alleato italiano: il più grande patrimonio artistico del mondo. Per intervento personale di Benito Mu...

continue

  

Rimini Novecento

(2011 - 75')

Genre: Arts & Culture & History & Human Interest
Synopsis: I miti, il turismo, i personaggi, le guerre, le lotte sociali, lo sviluppo economico di una città di provincia ma internazionale, attaccata al ...

continue

  

Fedele alla linea

(2013 - 74')

Genre: Arts & Culture & Biography & Human Interest
Synopsis: Giovanni Lindo Ferretti, persona pubblica e uomo privato, negli anni disorienta fan e opinione pubblica manifestando un pensiero libero e forte, senz...

continue

FILMS

Vera


Titolo inglese: Vera
Anno: 2010
Durata: 47'
Regista: Francesca Melandri
Direttore della fotografia: Sabrina Varani
Montatore: Ilaria de Laurentiis
Producer: Carolina Levi
Società di produzione: Tangram Film
Distribuzione: B&B Film

Colore: B&W
Formato: DVCAM
Ratio: 4:3
Lingua originale: italian
Genere: Biography & Human Interest & Personal Viewpoint
Tema: Animali - Guerra & Conflitti - Storie al femminile
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto

Nome: Serena
Cognome: Podano
Società: B&B Film
E-mail: production@bbfilm.tv
Sito web: link al sito

Sinossi:
VERA è la storia di Vera Martin, nata a Zagabria nel 1924 in una grande famiglia ebraica. A 16 anni, nella Dalmazia italiana dove s’era rifugiata, un carabiniere si rifiutò di rimandarla indietro nella Zagabria occupata dai Nazisti. L’aiutò a passare in Italia dove da allora Vera ha sempre vissuto. Vera parla circa dieci lingue. Dopo la guerra, lavorò per gli Alleati controllando le trasmissioni radiofoniche di Tito, dopodiché ha lavorato sessant’anni come giornalista. Solo poco a poco, nel dopoguerra, capì di essere l’unica sopravvissuta della sua famiglia –tutti i suoi cari erano morti. VERA è anche la storia di una nascita. Quando è andata in pensione, Vera ha finalmente realizzato il sogno della vita: allevare purosangue. Possiede due bellissime cavalle: Isabella ed Anaxandra, entrambe discendenti di campioni, e le cura quasi completamente da sola. Per giorni, prima del parto di Isabella, Vera si preoccupa della sua gravidanza, teme che qualcosa possa andare storto, che il puledro rimanga incastrato... C’è la tensione dei giorni di attesa, poi il travaglio, infine il miracolo: una nuova vita! Due anni dopo, quel puledrino appena nato è diventato un bellissimo cavallo che si allena per le corse... L’intreccio di queste due linee narrative (una storia di morte, una di vita) creano la struttura del film. Con la sua presenza, humour, grazia e forza, Vera è testimone di entrambe.


Festival:
IDFA FORUM - Mid Length Competition