Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Corde

(2010 - 57')

Genre: Human Interest
Synopsis: Ciro è un giovane pugile di Napoli, che vive nel quartiere Ventaglieri, in pieno centro storico. Fin dall’età di tredici anni i suoi mae...

continue

  

L' Ultima Chance

(2010 - 52')

Genre: Human Interest & Personal Viewpoint
Synopsis: Nei sobborghi di Napoli, i giovani vanno a scuola di crimine. Vengono da famiglie disagiate, e spesso lasciano la scuola per le strade, dove seguono l...

continue

  

La scelta di Leone (preview)

(2016 - 65')

Genre: Biography & History
Synopsis: Finita la guerra, il fascismo sembra dissolversi senza lasciare traccia, a parte le rovine. Con l’arresto di Mussolini nel luglio del 1943 e l’armisti...

continue

  

Prima Cosa Buongiorno

(2016 - 69')

Genre: Docu-Reality & Educational & Human Interest
Synopsis: “Quando la felicità non la vedi, cercala dentro” c'è scritto sull'enorme colonnato che circonda Piazza Grandi Eventi a Scampia, periferi...

continue

  

LINA MANGIACAPRE ARTISTA DEL FEMMINISMO

(2015 - 42')

Genre: Arts & Culture & Biography
Synopsis: Il documentario è un omaggio a una straordinaria protagonista del femminismo napoletano che ha lasciato una vasta produzione come pittrice, rom...

continue

FILMS

largo baracche


Titolo inglese: largo baracche
Anno: 2014
Durata: 65'
Regista: Gaetano Di Vaio
Direttore della fotografia: Salvatore Landi
Montatore: Simona Infante & Pasquale Centomani

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: largo baracche
Sottotitolo: inglese
Genere: Docu-Reality
Tema: Diritti umani
Paese di produzione: Italia
Data Uscita: 26-10-2014

Nome: gaetano
Cognome: di vaio
Società: figli del bronx
E-mail: figlidelbronx@gmail.com

Sinossi:
Nei meandri di una Napoli decadente sorge Largo Baracche, cuore pulsante dei Quartieri Spagnoli. Nei labirinti di questi antichi vicoli, il regista Gaetano Di Vaio scruta e segue le vite di sette ragazzi. Con forza e morbidezza, con leggerezza e profondità, la macchina da presa ci mostra esistenze differenti, ognuna alle prese con il proprio passato, con i loro sogni e le loro avversità. C’è chi deve fare i conti con la propria appartenenza, perché figlio di un boss “che ha dato le dimissioni”, chi cerca di arrivare a fine mese improvvisandosi parcheggiatore abusivo, chi crede ancora nelle istituzioni – soprattutto quella scolastica – e chi punta il dito contro la borghesia benpensante. Quelle di Carmine, Gianni, Mariano, Giuseppe, Luca, Gennaro ed Antonio sono vite dissestate, destinate ad incontrarsi per costruire e costruirsi un’alternativa, una via d’uscita.