Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

VIDEO CORRELATI

  

Gli Zagabri

(2016 - 45')

Genre: History
Synopsis: Nel 1943 un gruppo di Ebrei provenienti da Zagabria - sfuggiti all'occupazione nazista della ex Jugoslavia e alla ferocia degli Ustascia - riesce a ra...

continue

  

Al riparo degli alberi

(2016 - 52')

Genre: Biography & Educational & History
Synopsis: “Nella tradizione ebraica quando qualcuno non c'è più il modo migliore per ricordarlo è piantare un albero, perché l&igrav...

continue

  

La Via Interiore - Meditazione a Rebibbia

(2015 - 60')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: LA VIA INTERIORE - MEDITAZIONE A REBIBBIA La meditazione in carcere: l’insegnamento di Dario Doshin Girolami. Il monaco buddista zen racconta tra...

continue

  

Zero a zero

(2012 - 63')

Genre: Biography & Human Interest & Kids
Synopsis: Daniele, Marco e Andrea sono nati nel 1977. Hanno vite diverse ma un passato comune nelle squadre giovanili della AS Roma Calcio. Giocavano con Tott...

continue

  

Ebrei a Roma

(2012 - 57')

Genre: Ethnography & History & Human Interest
Synopsis: La Comunità ebraica di Roma, la più antica del mondo occidentale, raccontata attraverso tre testimoni che rappresentano altrettante gene...

continue

FILMS

Meditate che questo è stato

altre informazioni
contatti

Meditate che questo è stato


Titolo inglese: Meditate that this was
Anno: 2014
Durata: 50'
Regista: Pietro Suber
Autore: Marco d'Auria
Società di produzione: srl talkTalking Tree

Colore: Color
Formato: HD
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: inglese
Genere: Biography
Tema: Storia contemporanea
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 27-01-2015

Nome: Leonardo
Cognome: Araneo
Società: THE TALKING TREE SRL
E-mail: l.araneo@talkingtree.it

Sinossi:
Una lunga intervista, attraverso alcuni dei luoghi più significativi della Shoah e dell’ebraismo romano, dove Terracina racconta la tragedia della deportazione di tutta la sua famiglia, grazie alla delazione alle SS da parte di un cittadino italiano. Poi il viaggio sui treni blindati verso Auschwitz, la presa di coscienza con l’inferno del lager, l’incontro con “l’angelo della morte” Josef Mengele, il medico conosciuto per i suoi esperimenti di eugenetica sui prigionieri del lager, fino alla liberazione e alla lunga odissea per tornare in Italia. Piero Terracina racconta di essere stato l’unico sopravvissuto all’Olocausto della sua famiglia, tra crimini irraccontabili (tanto da averli taciuti per più di 30 anni) e ferite che continuano ad aprirsi a distanza di 70 anni. “Mi sono salvato – racconta Terracina – solo grazie alla vigoria dei miei 15 anni e all’amicizia con un altro ragazzo, anche lui sopravvissuto per miracolo all’inferno di Auschwitz, Sami Modiano”. Quest’ultimo, all’epoca 13enne, racconta di essere scampato alla morte più volte. La prima grazie ad un treno con un provvidenziale carico di patate da scaricare, mentre si trovava già all’interno delle camere a gas. La seconda volta durante la marcia della morte, nascondendosi alla furia omicida delle SS tra le cataste dei cadaveri del lager. Proprio con le riprese dell’incontro romano tra Piero e l’amico del cuore Sami , ebreo di Rodi oggi 84enne, si conclude questo viaggio doloroso ma appassionato per salvaguardare la memoria di una delle ferite più profonde del XX secolo.