Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

FILMS

Trid cme' la bula (Progetto barricate)

altre informazioni
contatti

Trid cme' la bula (Progetto barricate)


Titolo inglese: Barricate project
Anno: 2015
Durata: 45'
Regista: Gianfranco Pannone
Autore: Gianfranco Pannone & Primo Giroldini
Montatore: Tommaso Valente Erika Manoni
Producer: Giroldini Primo
Società di produzione: Primo Giroldini
Distribuzione: Primo Giroldini

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano/dialetto parmigiano
Sottotitolo: italiano
Genere: Docu-fiction & History
Tema: Cinema & Teatro - Culture locali - Storia contemporanea
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 02-12-2014

Nome: Primo
Cognome: Giroldini
Società: Effetto Notte
E-mail: primo.giroldini@yahoo.it

Sinossi:
Il documentario è un racconto originale delle Barricate di Parma del 1922, quando un intero quartiere della città: l'Oltretorrente, si ribellò al nascente fascismo. Attraverso otto attori che interpretano altrettanti personaggi di fantasia ma verosimili, l'autore e il gruppo di lavoro hanno provato a narrare la storia dal basso e riportandola all'oggi. I luoghi filmati sono quelli dell'Oltretorrente di oggi messi in relazione ai luoghi fotografati da Amoretti negli anni '20. I popolani fissati dalla macchina fotografica prendono vita attraverso biografie immaginarie e con attori in carne ossa che raccontano la propria vita e le vicende del celebre evento storico. Gli attori sono filmati mentre provano i loro ruoli, mentre indossano i vestiti dell'epoca e in strada, nei borghi a contatto con i cittadini dell'Oltretorrente di Parma, oggi. Il racconto cinematografico procede “dal vivo”, senza voce fuori campo e senza immagini di repertorio, tranne le fotografie: studiate, ingrandite per entrare in quel mondo e in quelle vite nel modo più verosimile.


Note:
Dichiarazione del regista

L’obiettivo del documentario non è solo quello di ricordare un momento importante della storia di Parma e d’Italia, prima dell’imporsi del fascismo, ma è soprattutto quello di rendere viva la storia restituendola alla gente.
Ciò che muoveva gli animi degli abitanti d’Oltretorrente era soprattutto il bisogno di un riscatto sociale, dovuto alla miseria che imperversava nel quartiere come in tanti altri luoghi dell’Italia del ’22. Il titolo dialettale Trid cmè la bula significa, appunto, spezzettato come la segatura, dunque sommamente povero. Alla miseria, però, si aggiungeva il bisogno di cambiare, un bisogno politico, che vedeva nel socialismo la realizzazione concreta di un progetto ideale e affatto utopico.
Nessuna retorica o ansia di celebrazione, quello che si vedrà è piuttosto un racconto dal basso, dove la fame e l’ansia di giustizia tanto ci dicono dell’Italia di ieri come pure dell’Italia di oggi.

Gianfranco Pannone


Festival:
Parma Film Festival dicembre 2014
Rome Independent Film Festival maggio 2015