Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Tonino Guerra. L'Ulisse di campagna

(2010 - 52')

Genre: Arts & Culture & Biography & History
Synopsis: Il reportage-documentario “Tonino Guerra, l’Ulisse di campagna”, ha come protagonista una tra le personalità più significative della cul...

continue

  

Chi mi ha incontrato, non mi ha visto

(2016 - 64')

Genre: Arts & Culture & Biography
Synopsis: La passione per il poeta Arthur Rimbaud spinge il documentarista Bruno Bigoni a compiere un viaggio avventuroso alla ricerca di alcune risposte sulla ...

continue

  

Corrispondenze

(2017 - 50')

Genre: Docu-fiction & Docu-Reality & Human Interest
Synopsis: Viaggio mentale nella Sicilia poetica e cruda, il nomadismo esistenziale di Antonino Montante. Racconto biografico del poeta, del recluso, dell’asc...

continue

  

Giorgia vive

(2016 - 70')

Genre: Biography & Docu-Reality & Educational
Synopsis: “Un giorno, una ragazza di 17 anni decide di assumere mezza pasticca di ecstasy che in poche ore devasta il suo fegato, oltre che la sua vita. Inizia ...

continue

  

Guido Gozzano, dalle Golose al Meleto

(2016 - 30')

Genre: Docu-fiction & Educational & History
Synopsis: Il video ripercorre la vita del poeta e ne traccia una cronistoria che va oltre alla semplice biografia. I luoghi gozzaniani ripresi vanno dalla sua ...

continue

FILMS

BOMB! BURNING FANTASY


Titolo inglese: BOMB! BURNING FANTASY
Anno: 2014
Durata: 68'
Regista: Matteo scarfò
Autore: Matteo scarfò & Giovanni Scarfò & Nick Mancuso
Direttore della fotografia: Stranges Roberto
Montatore: Matteo scarfò & Giovanni Scarfò
Musiche: Nimby & Daniele D'Angelo & Lorenzo Sutton
Producer: Scarfò Giovanni
Società di produzione: PRODUZIONI SCARFORD

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: inglese
Sottotitolo: italiano
Genere: Docu-fiction
Tema: Poesia & Scrittura
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 09-09-2014

Nome: Giovanni
Cognome: Scarfò
Società: SCARFORD
E-mail: gscarfox@gmail.com

Sinossi:
Il docufilm racconta alcuni momenti salienti e significativi della vita del poeta Gregory Corso: un personaggio dalla vita travagliata, difficile e contrastata, eppure illuminata, nel buio profondo in cui è spesso caduto, dalla Luce della sua Poesia. Gregory Nunzio Corso nasce nel 1930, al Greenwich Village di New York. Finisce per la strada e in carcere, dove conosce anche dei mafiosi. Legge anche alcuni libri regalategli da un anziano detenuto. Grazie a queste letture, Corso fa il suo primo, cruciale, incontro con la poesia Alla fine degli anni ‘50, dopo una marcia degli studenti londinesi contro la bomba atomica, disturbato dal comportamento violento dei pacifisti, scrive provocatoriamente la poesia Bomb, una “lettera d’amore” alla bomba atomica, la lettura della quale gli provocherà molte contestazioni e il rifiuto di Lawrence Ferlinghetti di pubblicarla con sua casa editrice, la “City Lights Books”. Alla fine degli anni ‘70 partecipa al Festival della poesia alternativa di Castelporziano, vicino Roma. All’inizio degli anni ’90 a New York, senza un soldo, dorme per strada, a Times Square. Scrive a Fabrizio Crisafulli che vorrebbe tornare a Roma, perché in Italia è benvoluto, “mentre qui mi considerano il Sig. Merda”. Durante una festa letteraria prende a pugni Norman Mailer, per aver parlato male di lui e dei beat. Alla fine degli anni ’90 si ammala. Gli stanno accanto, amorevolmente, la primogenita Sheri, infermiera, e la cantante Patti Smith. Muore nel 2001 e viene seppellito nel Cimitero degli Inglesi a Roma, accanto al suo amato Shelley. Ma… “non ditegli che è morto”.


Note:
Fare un docufilm su Gregory Corso significa da una parte parlare di un personaggio 'profetico', dall’altra di un uomo terreno che ha vissuto i suoi molti travagli interiori e materiali con grande onestà intellettuale. Corso è sempre imprevedibile, impossibile da classificare: è fantasia in fiamme. Anche per questo, Bomb! Burning fantasy non è un biopic nel senso classico del termine, non segue una narrazione cronologica, ma si propone di rappresentare le suggestioni emotive di uno sguardo visionario capace di tradurre il suo mondo in parole di Poesia.


Festival:
Festival delle Invasioni(Cosenza)