Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

FILMS

ANGELO FROGLIA-L'INGANNO DELL'ARTE


Titolo inglese: ANGELO FROGLIA-L'INGANNO DELL'ARTE
Anno: 2017
Durata: 65'
Regista: Tommaso Magnano
Autore: Francesco Niccolai & Tommaso Magnano & Diego Berrè
Montatore: Diego Berrè
Musiche: Antonio Cavicchioni
Società di produzione: Ramingo

Colore: Color / B&W
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Genere: Arts & Culture & Biography
Tema: Mass media & informazione - Pittura & Scultura - Politica & Società - Storia contemporanea - Storie dal carcere
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 20-03-2017
Sito web: visita il sito

Nome: Tommaso
Cognome: Magnano
E-mail: ramingoproduzioni@gmail.com

Sinossi:
Ricordato dai più come un portuale con l’hobby della pittura, un dilettante, un tossico, uno sbandato, Angelo Froglia trascorre un’esistenza spregiudicata, maledetta, sempre nell’ombra, tra laboratori d’arte, lotte politiche, carceri di massima sicurezza, droghe e grandi amori: un vortice di distruzione che coinvolge chiunque gli si avvicini. Muore sieropositivo nel gennaio del 1997, lasciando una grande produzione non solo pittorica. Un autore radicale che esprime l’apice del suo pensiero con l’operazione Modì, svelando il labile confine che separa il falso dall’autentico, riproponendo la delicatissima questione della riproducibilità di certe opere d’arte, e sottolinenando il ruolo cruciale, pervasivo che i media ricoprono nella nostra cultura e nel nostro modo di intendere la realtà. Una storia misconosciuta, raccontata dalle voci dei pochi che gli furono vicini e ricostruita attraverso scritti, dipinti e filmati originali dell’artista, oltre ai materiali d’archivio stampa e video dell’epoca, per cercare di rendere giustizia a una figura profonda, complessa e ancora controversa. Un urlo di libertà, violento, provocatorio, intransigente, lanciato da un angolo della provincia italiana e rivolto al mondo intero.


Note:
Con il supporto dell'Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico
Con il patrocinio del Comune di Livorno