Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Non voltarti indietro

(2016 - 75')

Genre: Docu-fiction & Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: Una commercialista, un impiegato delle poste, uno stilista di moda, un assessore comunale, una dipendente pubblica. Cinque persone come tante, con gio...

continue

  

DENTRO / FUORI

(2016 - 24')

Genre: Arts & Culture & Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: Un'artista decide di rinchiudersi come un vero detenuto in una cella di isolamento dell'ex carcere del Castello Orsini di Soriano nel Cimino (VT) per ...

continue

  

Ninna Nanna Prigioniera

(2016 - 82')

Genre: Human Interest
Synopsis: Jasmina è una giovane donna di 24 anni, è in carcere in custodia cautelare e in cella con lei vivono anche i suoi figli più picco...

continue

  

The Lives of Mecca

(2016 - 54')

Genre: Human Interest
Synopsis: Ognuno di noi combatte tutti i giorni una dura battaglia. Gli handballers sublimano i loro drammi personali giocando nella Mecca di Coney Island. Come...

continue

  

La Via Interiore - Meditazione a Rebibbia

(2015 - 60')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: LA VIA INTERIORE - MEDITAZIONE A REBIBBIA La meditazione in carcere: l’insegnamento di Dario Doshin Girolami. Il monaco buddista zen racconta tra...

continue

FILMS

Terra Terra - Il campo di grano rubato al carcere


Titolo inglese: DOWN TO EARTH
Anno: 2016
Durata: 51'
Regista: Giulia Merenda

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: ita/eng sub
Sottotitolo: il campo di grano rubato al carcere
Genere: Docu-Reality
Tema: Storie dal carcere
Paese di produzione: Italia

Nome: Alessandra
Cognome: Gambetti
Società: Lantana Editore
E-mail: alessandra.gambetti@lantanaeditore.com

Sinossi:
TRE DONNE provengono da varie parti del mondo: una taglia l’erba cattiva, l’altra alleva conigli, la terza studia la lingua italiana con le altre due. Lanciafiamme, decespugliatore, macchine agricole. Sembra di stare in campagna. Ma è davvero così? I banchi di una scuola per adulti. Come ogni sera, un portone blindato si chiude alle spalle: siamo nel carcere femminile di Rebibbia, a Roma, il più grande d’Europa. Ursula la rom, Berenice la brasiliana, Lucia la colombiana tagliano l’erba, allevano conigli e studiano la lingua italiana. Non sono contadine, nemmeno studentesse come le altre ma vivono e raccontano – raccontandosi – un’esperienza singolare, nuova per una Casa Circondariale.Così il carcere non è soltanto la loro dimora forzata ma si trasforma in una curiosa opportunità di riscatto, personale e collettivo. Anche per queste donne arriva la fine dell’anno scolastico e il momento di raccogliere ciò che hanno seminato. Cantano sotto il solleone in una terra rubata all’istituto di pena, mentre raccolgono il grano. Con loro c’è don Luigi Ciotti, il prete di strada fondatore di LIBERA, l’organizzazione non profit che fa rivivere i beni confiscati alla mafia.