Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Evviva Giuseppe

(2017 - 90')

Genre: Arts & Culture & Biography
Synopsis: è un film sulla vita e i tanti talenti preziosi di Giuseppe Bertolucci: regista di cinema, teatro e televisione; scrittore, poeta, talent scout...

continue

  

Antonio+Silvana=2

(2011 - 71')

Genre: Personal Viewpoint
Synopsis: Antonio + Silvana = 2 racconta la storia di Silvana una donna di quasi sessant’anni innamorata perdutamente di Antonio, un uomo che invece di anni ne ...

continue

  

TIBERIO MITRI - Non pensavo che la vita fosse così lunga

(2010 - 52')

Genre: Biography
Synopsis: Dai locali di lusso di New York a una roulotte in periferia, dalla Trieste “territorio libero” del dopoguerra alla cella di una prigione, dal campo di...

continue

FILMS

Filmstudio mon amour


Titolo inglese: Filmstudio mon amour
Anno: 2015
Durata: 68'
Regista: Toni D'Angelo

Colore: Color / B&W
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Genere: Arts & Culture & Biography & Docu-Reality
Tema: Cinema & Teatro - Culture locali - Storia contemporanea - Storie al femminile
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 21-10-2015

Nome: Valeria
Cognome: Correale
Società: Terranera
E-mail: correalevale@gmail.com

Sinossi:
Il documentario racconta la storia del primo cineclub in Italia, Il Filmstudio, fondato a Roma nel 1967. La sua attività inizia durante i movimenti studenteschi nel 1968 ed è stato l'unico cinema che ha collaborato con la Cinémathèque di Parigi durante quegli anni. In questa sala i puù importanti registi internazionali e i maggiori critici erano soliti incontrarsi: Bernardo Bertolucci che fu il principale contatto con la Cinémathèque, Straub and Huillet, The Living Theatre e Jean Luc Godard organizzavano seminari in questa sala. Furono inoltre proiettati in questa sala per la prima volta in Italia i film dell' American Underground Cinema e nel 1976 fu proiettato per la prima volta "Io sono un autarchico" di Nanni Moretti. Il Filmstudio fu il posto in cui il cinema underground italiano mosse i primi passi.


Note:
Filmstudio, mon amour nasce dall’incontro con il cineclub Filmstudio in cui mi sono formato come cinefilo negli anni 2000. Armando Leone, mettendomi a disposizione l’intero archivio, mi ha dato la possibilità di intraprendere un viaggio in un cinema nascosto e sotterraneo che ha animato la città di Roma dagli anni ‘60 a oggi. Ho scoperto quindi l’esistenza della Cooperativa del cinema indipendente, del cinema femminista, del cinema d’artista, dei grandi sperimentatori come Alberto Grifi, dei primi cortometraggi dei grandi protagonisti del nostro cinema come Nanni Moretti – il cui esordio fu presentato proprio al Filmstudio nel ‘76. Questo documentario è diventato un vero e proprio viaggio alla scoperta di una realtà cinematografica che, altrimenti, non avrei mai potuto conoscere e di una Roma culturalmente fervida e appassionata, molto lontana dalla Roma che vivo oggi. Ho scelto di raccontare gli avvenimenti storici attraverso l’utilizzo di materiali di repertorio, spesso anche sconosciuti, soffermandomi sugli argomenti e sui personaggi che più mi hanno appassionato. (Toni D’Angelo)


Festival:
Festival del cinema di Roma, sezione Hidden City