Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

24conAbramo

(2016 - 55')

Genre: Biography & Human Interest
Synopsis: Abramo Orlandini è nato a Reggio Emilia 56 anni fa. Figlio di edicolanti, presto orfano di entrambi i genitori, parte per Roma in cerca di succ...

continue

  

Tra Ponente e Levante

(2016 - 58')

Genre: Biography & Ethnography & History
Synopsis: Lazzarin’, il più grande dei raccoglitori di memorie su Riva Trigoso, innamorato dei suoi tesori accumulati nel corso della sua lunga esistenza...

continue

  

Paese mio

(2014 - 76')

Genre: Docu-fiction
Synopsis: Se appoggi un dito in un punto qualsiasi di una cartina dell’Emilia-Romagna probabilmente proprio in quel punto, è nato un cantante… Non uno ...

continue

  

Il Segno e la voce: vita da artista

(2013 - 63')

Genre: Arts & Culture & Biography
Synopsis: Un road-movie, un viaggio nel mondo dell’arte e della cultura emiliana dal dopoguerra ad oggi, tra le province di Reggio Emilia, Parma e Bologna. A...

continue

FILMS

Ogni opera di confessione


Titolo inglese: All confession oeuvre
Anno: 2015
Durata: 67'
Regista: Alberto Gemmi & Mirco Marmiroli
Autore: Alberto Gemmi & Mirco Marmiroli
Direttore della fotografia: Mirco Marmiroli & Alberto Gemmi
Montatore: Francesco Pastore
Musiche: Laitempergher Simonluca

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano/inglese
Sottotitolo: inglese
Genere: Ethnography & Human Interest & Nature & Environment
Tema: Architettura - Emarginazione sociale - Multiculturalità & Integrazione
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 03-11-2016
Sito web: visita il sito

Nome: Alberto
Cognome: Gemmi
E-mail: info@ognioperadiconfessione.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
Un uomo ha deciso di acquistare un attico in una discussa zona della città. Dalle vetrate di questo immobile ci si accorge di un’enorme area in disuso. Si tratta di un complesso industriale dal passato glorioso, che giace in attesa di un articolato processo di riconversione. Intanto una famiglia Rom sosta da tempo in un camper, interagendo con gli spazi di queste strutture. Lontano da qui, un anziano operaio che ha lavorato per quelle fabbriche, mantiene viva la passione per gli aerei e sogna di volare per l’ultima volta. Attorno a loro, si muovono altre figure, che appaiono a metà tra il reale e il sospeso. Sono i custodi dell’area, o meglio i testimoni di questa contemporaneità complessa. Sono suoni e gesti che legano il paesaggio all’uomo e che rappresentano una dignità comune nell’affrontare le stagioni che intanto scorrono.


Note:
NOTE DI REGIA:

Alberto Gemmi. Per mesi mi sono domandato cosa stessi raccontando o cosa stessi realmente cercando dentro e attorno questo paesaggio di rovine. La ricerca, faceva inizialmente fede a principi accademici o teorici, legati al fenomeno della riqualificazione industriale. Appena abbiamo iniziato a lavorare al film, il concetto di riqualificazione o rigenerazione, fino ad allora teorizzato, ha iniziato velocemente a far parte di un sistema di valori molto piùcomplesso. Quelli in cui ci stavamo addentrando, erano luoghi caratterizzati da un’incessante incedere di onde e rifrazioni, che in maniera del tutto istintiva abbiamo deciso di affrontare.

Mirco Marmiroli. “Un imprevisto è la sola speranza. Ma mi dicono che è una stoltezza dirselo”. Scrisse Montale. e’ questo l’approccio che si è seguito: trattare ciò che è ordinario come straordinario, per scovare un nuovo modo di ritrovarsi stupefatti della vita. Un percorso irripetibile proprio perché simile a tanti altri.