Vai direttamente ai contenuti della pagina

VIDEO CORRELATI

  

Antonioni Point

(2013 - 50')

Genre: Biography
Synopsis: Nell'anno 2012 ricorre il centenario della nascita di Michelangelo Antonioni (Ferrara, 29 settembre 1912 – Roma, 30 luglio 2007). Si propone un viagg...

continue

  

Treasure - The Story of Marcus Hook

(2013 - 20')

Genre: Human Interest & Nature & Environment
Synopsis: Marcus Hook è una cittadina a pochi chilometri da Philadelphia dove occupazione e benessere erano assicurati dalla grande raffineria Sunoco. Ne...

continue

  

Fiammifero(Male non fare, paura non avere)

(2016 - 13')

Genre: Human Interest & Nature & Environment & Personal Viewpoint
Synopsis: Enzo è un pensionato. Vive in una piccola stanzetta in affitto in un quartiere popolare, dove è nato settantacinque anni fa. Tutti i gio...

continue

  

Hellfest 2014: Italian Headbangers

(2014 - 52')

Genre: Arts & Culture
Synopsis: Reportage del viaggio e della permanenza al Hellfest di un gruppo di metallari italiani che partono in pullman(blackzine bus) da Roma ogni anno per il...

continue

  

More than twenty

(2014 - 15' x 8)

Genre: Biography
Synopsis: Un piccolo gruppo tenuto insieme da grandi sentimenti Molta fatica, pochi soldi, tanta musica La provincia italiana. Una grande scommessa. L'assoc...

continue

FILMS

Inseguendo il Cinema che spacca i cuori


Titolo inglese: Follow the movies that breaks hearts
Anno: 2015
Durata: 80'
Regista: Alessandro Raimondi & Vitaliano Teti
Autore: Alessandro Raimondi & Vitaliano Teti

Colore: Color / B&W
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiana
Sottotitolo: no
Genere: Arts & Culture & Biography & Docu-fiction
Tema: Cinema & Teatro - Lavoro - Storia contemporanea
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 31-07-2015

Nome: Vitaliano
Cognome: Teti
Società: Assoc. Ferrara Video&Arte
E-mail: vitaliano.teti@unife.it

Sinossi:
Gabriele spegne la luce del suo ufficio nel cinema multisala. Torna a casa in macchina. Attraversa una Ferrara notturna avvolta nella nebbia. Passa davanti all’ingresso del cinema Manzoni, sala d’essai, in cui ha iniziato la sua carriera. L’insegna è spenta, la sala è senza vita. Ci racconta e noi viviamo quaranta anni della sua vita da esercente cinematografico. La sua grande passione per il cinema inizia in una vecchia saletta del centro, nel lontano 1975, prosegue con la gestione del Cinema Manzoni e continua oggi nella multisala cittadina. Nel buio della sala cinematografica, accompagnati dal rumore della pellicola che gira nel proiettore, si svolgono amori, sogni, desideri dei personaggi rappresentati e degli spettatori attenti ed assorti nelle proprie emozioni. Al fianco di Gabriele, nel film documentario ci sono partners del calibro di Robert De Niro, Dustin Hoffman, Nicole Kidman, Tarantino, Antonioni, Wim Wenders. Ci guidano nel mondo sognante del cinema, facendoci conoscere anche aspetti poco noti della “settima arte”.


Note:
“Nel corpo del documentario abbiamo cercato di mettere un’anima di cinema narrativo” dicono i registi Vitaliano Teti e Alessandro Raimondi.
La verità è che abbiamo usato (con consapevolezza e a rischio di sbagliare) tutti i codici messi a disposizione dal linguaggio cinematografico: dalla sceneggiatura alla messa in scena fino al montaggio, passando da analogico a digitale.
La musica è un altro degli elementi trainanti, per cui possiamo dire che “il biopic”, la biografia filmata è il genere più accostabile a questa nostra prima prova nel lungometraggio.