Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

AMORE per AMORE - quel figlio particolare

(2015 - 24')

Genre: Docu-Reality & Educational & Kids
Synopsis: Ucraina occidentale, Zhytomir. Bozhena, Maxim, Bogdan, Anton, Danil e i loro amici sono i protagonisti di questo film. L’ attenzione viene catturata ...

continue

  

i Vajont

(2016 - 70')

Genre: Human Interest
Synopsis: Il Vajont è come un fiume dentro il quale ci finiscono tutti i torrenti che raccontano la storia di cosa sia capace l'uomo per p...

continue

  

Diversamente Invincibile

(2015 - 15')

Genre: Docu-Reality & Educational & Kids
Synopsis: Il pluricampione mondiale Paolo Zaffaroni, diciottenne comasco, affetto dalla sindrome di Down ha voluto diventare una stella; una volta entrato in pi...

continue

  

La Via Interiore - Meditazione a Rebibbia

(2015 - 60')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: LA VIA INTERIORE - MEDITAZIONE A REBIBBIA La meditazione in carcere: l’insegnamento di Dario Doshin Girolami. Il monaco buddista zen racconta tra...

continue

  

Genitori

(2015 - 83')

Genre: Docu-Reality & Educational & Human Interest
Synopsis: Una famiglia con un figlio disabile è una famiglia disabile? Genitori è un film documentario che si prende la libertà di entrare,...

continue

FILMS

Dust - La vita che vorrei


Titolo inglese: Dust - The wanted life
Anno: 2015
Durata: 20'
Regista: Gabriele Falsetta
Musiche: Ivana Messina
Producer: Giulio Baraldi
Società di produzione: KESS FILM

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: inglese
Genere: Biography & Human Interest
Tema: Cinema & Teatro - Disagio psichico
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 09-11-2015
Sito web: visita il sito

Nome: Giulio
Cognome: Baraldi
E-mail: info@kessfilm.com

Sinossi:
Dust è l’epopea di otto disabili fisici e psichici che vivono all’interno di un Istituto, il Cottolengo di Torino, da più di cinquant’anni. (Non è una sceneggiatura o una favola e neanche un tentativo di raccontare il disagio). Attraverso un percorso creativo teatrale questi personaggi in cerca d’autore mettono in scena se stessi e la vita che vorrebbero. Da questo studio è nata una trilogia teatrale intitolata , appunto, Polvere. Con la regista teatrale Barbara Altissimo abbiamo rispolverato queste vite e guardato cosa c’era sotto. Guardo a questo piccolo gruppo di interpreti e vedo dei sopravvissuti. Sopravvissuti di un’epoca antica che giocano alla vita, desiderata ma non vissuta, attraverso il teatro.