Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Samsara Diary

(2015 - 60')

Genre: Biography & Ethnography & Personal Viewpoint
Synopsis: Ram è cresciuto nella comune hippie del padre a Roma e ha vissuto in una realtà alternativa e idilliaca fino all’età di 16 anni q...

continue

  

22 marzo 1944: forse solo un'idea poté dire che cos'è il morire a Montalto

(2015 - 35')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: Era il 28 febbraio del 1944, quando una trentina di giovani di Tolentino al comando del maresciallo Ennio Proietti decisero di non arruolarsi nell' es...

continue

  

Presi a Caso

(2016 - 59')

Genre: Biography & History & Human Interest
Synopsis: Il 25 aprile, oltre al carattere celebrativo della Liberazione, per Villadose e Ceregnano assume anche il volto commemorativo di ingenti perdite uman...

continue

  

Bisagno

(2015 - 67')

Genre: Biography & History & Human Interest
Synopsis: "La verità vi farà liberi, quella era la libertà che cercava Bisagno... basata sulla verità, non sulla menzogna, non ...

continue

  

Mariska - Spirito ribelle

(2017 - 54')

Genre: Biography & Docu-Reality & History
Synopsis: In produzione....

continue

FILMS

Tutte le anime del mio corpo


Titolo inglese: Every soul of my body
Anno: 2016
Durata: 63'
Regista: Erika rossi
Autore: Erika rossi
Direttore della fotografia: Michele Codarin
Montatore: Beppe Leonetti
Musiche: Francesco Serra
Producer: Marta Zaccaron
Società di produzione: Quasar Multimedia

Colore: Color / B&W
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: inglese
Genere: Biography & History & Personal Viewpoint
Tema: Guerra & Conflitti - Storie al femminile
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 20-03-2016

Nome: Marta
Cognome: Zaccaron
Società: Quasar Multimedia
E-mail: marta@quasarmultimedia.it
Sito web: link al sito

Sinossi:
Dopo la morte di sua madre, una donna trova un diario scritto durante la seconda guerra mondiale. Scopre chi era veramente sua madre: una giovane donna che diventa partigiana, i suoi pensieri intimi e le sue riflessioni, la sua voglia di ribellarsi e combattere. Le parole della madre sono un dono che la figlia porta con sé nella vita di ogni giorno: è una psicoterapeuta che si occupa di bambini adottati. Non è forse la donna del diario la stessa che le ha trasmesso i valori in cui lei stessa crede? Il film esplora la perdita come momento rivelatore, che ci permette di convivere coi nostri morti, ma anche di dare un senso alla memoria e all'eredità che ci hanno lasciato, perché ciò che dà forma alla nostra vita è anche ciò che più ci manca.


Note:
La narrazione di Lorena prende forma a partire da una mancanza, intesa come momento che rivela a chi lo prova qualcosa di sé stesso.
Come Lorena, ho perso mia madre e nel percorso di elaborazione ho compreso che tutte quelle risposte che credevo di avere perso, le avevo dentro di me e mia madre me le aveva date per tutta la vita.
Nel mio incontro con Lorena ho rivisto in lei lo stesso percorso e grazie all'empatia che si è creta, il film è divenuto un momento di esplorazione di sé e dei propri valori.
Il diario è l'anima del il film: la scrittura intima, poetica e riflessiva della madre, ma al tempo stesso nitida e provocatoria, ci trasporta dentro la sua storia. Grazie agli archivi degli anni della guerra possiamo rivivere i momenti che hanno segnato la sua vita.
Sua madre era una combattente, una donna forte, che ha saputo trasmetterle la sua esperienza senza sopraffarla, le ha lasciato il dono di una trasmissione affettiva e generazionale, una consegna tutta femminile del prendersi cura
Lorena porta con sé questo dono nella vita di ogni giorno, dando un senso alla memoria e all'eredità ricevute.


Festival:
Sguardi Altrove 2016