Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

2 DICEMBRE 1943: INFERNO SU BARI

(2014 - 63')

Genre: History
Synopsis: Centinaia di morti misteriose di militari e civili avvengono a Bari dopo un devastante attacco aereo tedesco sulle navi Alleate. Perché il bom...

continue

  

CASSINO: 9 MESI ALL'INFERNO

(2012 - 52')

Genre: History
Synopsis: L’Abbazia benedettina di Montecassino, a metà strada fra Roma e Napoli, fu uno dei maggiori monumenti dell’intera cristianità. Durante l...

continue

  

I Nemici del Silenzio

(2011 - 62')

Genre: Arts & Culture & History & Human Interest
Synopsis: A Cimego, piccolo paesino di montagna in Trentino Alto Adige, vivono circa quattrocento abitanti e ben quaranta di loro fanno parte attivamente dell’a...

continue

  

1944: "L'Eccidio di Vallarega"- La seconda Guerra Mondiale nei Colli Euganei

(2014 - 65')

Genre: Crime & Docu-fiction & History
Synopsis: 1944: L'eccidio di Vallarega - La seconda Guerra Mondiale nei Colli Euganei è un film-documentario di memoria-storica, che ricorda gli avvenime...

continue

  

WALKING WITH RED RHINO

(2014 - 109')

Genre: Biography
Synopsis: Grande e grosso, una massa di capelli legati sulla nuca, un borsone appeso al collo, con dentro libri, giornali, taccuini. Questo era Alberto Signetto...

continue

FILMS

Sperduti nel buio


Titolo inglese: Lost in the dark
Anno: 2014
Durata: 75'
Regista: Lorenzo Pezzano
Autore: Federico Fava
Direttore della fotografia: Lorenzo Pezzano
Montatore: Francesco Marotta
Società di produzione: Cooperativa Tunastudio Societa & Cinema Rai

Colore: Color / B&W
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: storia di un film che c'era e non si trova più, e di un c
Genere: Arts & Culture & Docu-fiction & Educational
Tema: Cinema & Teatro - Guerra & Conflitti - Storia contemporanea
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 09-04-2014
Sito web: visita il sito

Nome: francesco
Cognome: marotta
Società: tunastudio società cooperativa
E-mail: info@francescomarotta.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
È notte quando al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma arriva un gruppo di ufficiali tedeschi con l’ordine di caricare attrezzature cinematografiche e film su due treni. Siamo nel 1943, l’Italia è divisa dalla guerra e il regime intende ricostruire il cinema italiano nella neonata Repubblica di Salò. I convogli partono dalla Capitale diretti a Venezia, ma nella città lagunare non arriveranno mai, sparendo nel nulla. Un convoglio viene intercettato tempo dopo a Praga: i fascisti riescono a recuperare parte del materiale con cui nel 1944 inaugurano presso i Giardini della Biennale il Cinevillaggio (mentre la Scalera Film* allestisce gli studi di posa nell’isola della Giudecca), ma il treno carico di pellicole non verrà mai ritrovato. Tantissimi film italiani, molti dei quali in copia unica, scompaiono. Tra questi “Sperduti nel buio”, un film muto del 1914 ritenuto il precursore del Neorealismo italiano. Da Venezia parte l’indagine di Denis Lotti, ricercatore universitario che nel film documentario si mette sulle tracce delle pellicole scomparse. Italia, Germania, Austria, Russia: un viaggio lungo gli stessi binari che 70 anni fa fecero sparire nel nulla 312 film. Una ricerca minuziosa negli intricati archivi delle cineteche di mezza Europa, nel tentativo di restituire al cinema italiano uno dei suoi film più importanti, nascosto tra le pagine di una storia ancora poco conosciuta.


Note:
Il documentario “Sperduti nel Buio” prodotto da Tunastudio e Rai Cinema, con il sostegno del Fondo Regionale per il Cinema e l’Audiovisivo e del Sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa, segue due linee narrative: da un lato la ricostruzione degli anni dal 1943 al 1945, attraverso le testimonianze di chi prese parte, a diverso titolo, alla ‘rifondazione’ dell’industria cinematografica italiana a Venezia; dall’altro lato la ricerca delle pellicole scomparse, anche grazie all’aiuto di esperti del settore come lo storico e critico cinematografico Gian Piero Brunetta, Carlo Lizzani regista e sceneggiatore che fu tra gli ultimi a vedere il film ‘Sperduti nel buio’, il giornalista e critico cinematografico Piero Zanotto, il critico e storico del cinema Alfredo Baldi e il critico cinematografico Carlo Montanaro.