Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Shapes Recording

(2013 - 15')

Genre: Arts & Culture & Biography & Personal Viewpoint
Synopsis: Diversità culturale, identitaria e religiosa contraddistinguono le 5 donne protagoniste di Shapes Recording. Ciò che le accomuna è...

continue

  

Just a shot

(2013 - 46')

Genre: History & Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: La fotografia dell’autonomo che spara a braccia tese non è solo il simbolo degli anni di piombo. In quell’immagine c’è la chiave per ri...

continue

  

Non ho l'età

(2017 - 93')

Genre: Biography & Human Interest
Synopsis: Carmela, don Gregorio, Gabriella e Lorella non si conoscono ma hanno molto in comune. A metà degli anni Sessanta, al culmine della grande ondat...

continue

  

I come Isgrò

(2015 - 50')

Genre: Arts & Culture & Biography & Educational
Synopsis: Emilio Isgrò è una delle figure più attive nel panorama artistico e d'avanguardia in Italia dagli anni '60 ad oggi. Siciliano di ...

continue

  

LA ZUPPA DEL DEMONIO

(2015 - 75')

Genre: Educational & History & Nature & Environment
Synopsis: La zuppa del demonio prende il titolo da una frase utilizzata da Dino Buzzati in un documentario industriale del 1964 per descrivere la produzione del...

continue

FILMS

Asmarina


Titolo inglese: Asmarina
Anno: 2015
Durata: 69'
Regista: Medhin Paolos e Alan Maglio

Colore: Color
Formato: HD
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: voci e volti di un'eredità post-coloniale
Genere: Docu-Reality & Ethnography & History
Tema: Diritti umani - Fotografia - Multiculturalità & Integrazione
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 05-05-2015
Sito web: visita il sito

Nome: Medhin
Cognome: Paolos
E-mail: info@asmarinaproject.com

Sinossi:
ASMARINA Voci e volti di una eredità postcoloniale Alan Maglio e Medhin Paolos presentano il loro documentario “Asmarina”, realizzato all’interno della comunità habesha di Milano. La comunità eritrea/etiope è presente in Italia da almeno mezzo secolo, integrata nel tessuto cittadino in maniera socialmente e culturalmente attiva. A partire dai documenti fotografici che costituiscono la memoria collettiva della comunità, il film raccoglie l’eredità delle storie personali, indagando le sfumature dell’identità, della migrazione e delle aspirazioni delle persone. Ne risulta una narrazione corale che porta alla luce una eredità postcoloniale fino ad oggi poco approfondita: dalle storie di vita quotidiana di chi vive in città da anni, di chi ci è nato, fino all’accoglienza dei profughi appena arrivati. Gli autori approcciano questa realtà con empatia e partecipazione, cercando con pazienza di creare una relazione con i protagonisti. Il lavoro di ricerca e le riprese di “Asmarina” sono durate un anno e mezzo si sono basate sulla raccolta di testimonianze dirette e la ricognizione di materiale fotografico e audiovisivo presente in archivi istituzionali e personali.


Festival:
Asmarina ha partecipato al Festival Cinema Africano, Asia e America Latina di Milano 2015, ha vinto il Premio Lenovo.