Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

VIDEO CORRELATI

  

Io sto con la sposa

(2014 - 98')

Genre: Adventure & Travels & Docu-fiction
Synopsis: Un poeta palestinese siriano e un giornalista italiano incontrano a Milano cinque palestinesi e siriani sbarcati a Lampedusa in fuga dalla guerra, e d...

continue

  

Redemption song

(2015 - 72')

Genre: Docu-Reality & Educational & Human Interest
Synopsis: Redemption song, il canto di redenzione che Cissoko sogna per la sua gente e la sua terra. Profugo di guerra, Cissoko, giunto dalla Libia in Italia ...

continue

  

IL SANTO NERO

(2012 - 75')

Genre: Human Interest
Synopsis: Francis e Mirelle, due giovani africani arrivati sulle coste siciliane in fuga dai soprusi e dalle persecuzioni della dittatura del Congo, si sono sta...

continue

  

Pride

(2013 - 45')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: 2013. Palermo, città con una grande tradizione di accoglienza, diventa sfondo di un evento unico e conferma il suo percorso di progresso cultu...

continue

  

Fuorigioco

(2014 - 61')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: A Maurizio Schillaci - cugino del più famoso Totò, l'eroe di Italia '90 - non mancava nulla: fama, soldi, donne, macchine. Maurizio ha g...

continue

FILMS

Salvo


Titolo inglese: Salvo
Anno: 2015
Durata: 7'
Regista: Nicolò Piccione
Autore: Nicolò Piccione
Direttore della fotografia: Nicolò Piccione
Montatore: Nicolò Piccione
Producer: Vincenzo Acinapura & Livia Felicetti & Rocco Tolve
Società di produzione: Pictures Pigeon & CinemadaMare

Colore: Color
Formato: HDV
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: english
Genere: Docu-fiction & Docu-Reality & Human Interest
Tema: Diritti umani - Emarginazione sociale - Migrazione
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 24-09-2015
Sito web: visita il sito

Nome: Nicolò
Cognome: Piccione
Società: Pigeon Pictures
E-mail: nicopiccione01@gmail.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
Liberamente ispirato ad una storia vera, il corto narra la vicenda di un clochard di origine africana che vive in un quartiere urbano di periferia, tra stenti e umiliazioni. Un giovane reporter è incuriosito e catturato dal comportamento strano dell’immigrato e ne segue le vicende. Così descrive il doloroso isolamento che l’uomo vive nella sua scelta di interloquire solo con i bambini e con gli alberi, cui la mente sconvolta preferisce rivolgersi. Le immagini sono pillole di dramma quotidiano, che l’uomo vive nella sofferenza come tanti altri anonimi sfortunati.