Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Mare Chiuso

(2012 - 60')

Genre: Docu-fiction & Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: In seguito agli accordi tra Gheddafi e Berlusconi del 2009, le barche dei migranti intercettate in acque internazionali nel Mediterraneo sono state s...

continue

  

La Voce dei Sogni

(2013 - 63')

Genre: Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: In “La voce dei sogni” s’intrecciano i racconti di alcuni giovani Tunisini di varia estrazione sociale: Mohammed dopo la rivoluzione decide di emigrar...

continue

  

I nostri anni migliori

(2011 - 46')

Genre: Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires & Personal Viewpoint
Synopsis: Cosa resta di una rivoluzione, nelle vite delle persone che l’hanno attraversata? Abbiamo incontrato nei campi profughi di Manduria, Mineo e Palazz...

continue

  

FUORICAMPO

(2017 - 72')

Genre: Biography & Human Interest
Synopsis: La Liberi Nantes Football Club è una squadra di calcio composta da rifugiati e richiedenti asilo, che partecipa al campionato di terza categori...

continue

  

Invisibili

(2016 - 28')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: «Sono un bambino, ho paura». Abdul, sedici anni, s’accende una sigaretta mentre stringe a sé due sacchetti di plastica blu. Con lu...

continue

FILMS

Sponde. Nel sicuro sole del nord

altre informazioni
contatti

Sponde. Nel sicuro sole del nord


Titolo inglese: Shores. In the safe Northern sun
Anno: 2015
Durata: 60'
Regista: Irene Dionisio
Direttore della fotografia: Francesca Cirilli
Montatore: Alessandro Zorio
Musiche: Gabriele Concas & Matteo Marini
Producer: Ilaria Malagutti

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano, francese
Sottotitolo: inglese
Genere: Human Interest
Tema: Diritti umani - Migrazione
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 01-12-2015

Nome: Ilaria
Cognome: Malagutti
Società: Mammut Film
E-mail: malagutti@mammutfilm.it
Sito web: link al sito

Sinossi:
Un giorno Mohsen Lidhabi, postino di Zarzis – Tunisia, cercando sulla spiaggia materiali per le proprie sculture, trova un corpo. Senza troppe domande decide di dare allo sconosciuto degna sepoltura, scatenando infinite polemiche nella propria comunità di origine e tra i sostenitori di Ben Alì. Su un'altra sponda del Mediterraneo, a Lampedusa, Vincenzo, becchino in pensione, assiste alla stessa epifania e prende la medesima decisione, sollevando le critiche della comunità religiosa che contesta l'uso delle croci per il seppellimento di uomini non cattolici. Poco dopo Vincenzo riceverà una lettera scritta in francese da un mittente sconosciuto che come lui ha scelto di dare sepoltura ai corpi senza nome arrivati dal mare in seguito alla Primavera Araba. I due uomini, Mohsen e Vincenzo, e il loro timido contatto ci parlano di un'umanità profonda che si confronta con l'osceno della storia attuale; le reazioni delle comunità di appartenenza raccontano, invece, della perenne lotta dell'uomo per la dignità, anche a costo dell'emarginazione.