Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Redemption song

(2015 - 72')

Genre: Docu-Reality & Educational & Human Interest
Synopsis: Redemption song, il canto di redenzione che Cissoko sogna per la sua gente e la sua terra. Profugo di guerra, Cissoko, giunto dalla Libia in Italia ...

continue

  

Shashamane

(2016 - 80')

Genre: Docu-Reality & Ethnography & Human Interest
Synopsis: “Ci hanno chiamati negracci, e da negracci siamo diventati negri, e da negri siamo diventati neri, e da neri siamo diventati afro-americani. Perch&e...

continue

  

Mystique Ouidah

(2015 - 51')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: Da migliaia di anni la misteriosa e criptica fede Vudù esercita un ruolo fondamentale sulle popolazioni dell'Africa dell'ovest, nel golfo di Gu...

continue

  

inagibile

(2015 - 27')

Genre: Arts & Culture & Biography & Docu-fiction
Synopsis: Bob Corn, ha composto tutte le sue canzoni disteso a letto, lo sguardo rivolto al soffitto della camera. Fino alla notte del 20 maggio 2012, quando an...

continue

  

A tempo debito

(2015 - 82')

Genre: Docu-Reality & Human Interest & Personal Viewpoint
Synopsis: Padua’s temporary jail is overcrowded. A small crew enters the jail to shoot a short film written and played by some detainees. After a real casting,...

continue

FILMS

rejetes


Titolo inglese: rejetes
Anno: 2017
Durata: 28'
Regista: Antonio guadalupi
Direttore della fotografia: Antonio guadalupi
Montatore: Antonio guadalupi
Producer: Antonio guadalupi

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: francese
Genere: Docu-Reality & Ethnography & Human Interest
Tema: Diritti umani - Disagio psichico - Popoli & tradizioni
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 01-04-2017
Sito web: visita il sito

Nome: antonio
Cognome: guadalupi
E-mail: antonio.guadalupi.pr@gmail.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
Gli uomini incatenati sono gli ultimi nella terra degli ultimi. In Benin ed in Togo sono uomini e donne, in alcuni casi bambini, che soffrono di disturbi mentali. Le comunità, le famiglie, in mancanza di strutture sanitarie che possano prendersene cura, non sanno come affrontare e curare la malattia e si arrendono perciò alla barbarie delle catene. E sono i guaritori-stregoni, che usando il nome di Dio si autodefiniscono profeti, se ne approfittano creando “campi di preghiera” che nella realtà sono un vero e proprio inferno. E poi c’è Gregoire ed I suoi sostenitori: i missionari, i volontari italiani, francesi, canadesi che combattono la loro battaglia di liberazione. Lo fanno da soli perchè soli le istituzioni lasciano questi eroi. E la cosa che più stupisce è che Gregoire, un gommista di umili origini, applica una terapia tra le più moderne nella psichiatria contemporanea, coinvolgendo gli stessi malati nella gestione delle strutture ed avviandoli a dei mestieri che possano aiutare il percorso di riscatto. REJETÉS non è solo un documentario sulle persone affette da problemi psichici in Africa. E’ un disperata denuncia ed un tentativo di sollecitare un aiuto concreto per quelle popolazioni che, costrette dalla fame e dalla miseria, cercano nella migrazione la soluzione estrema. Perché la migrazione è la fuga dal destino delle catene.


Note:
Rejetès è un documentario realizzato per denunciare le violenze subite da persone affette da disagio psichico in Africa e della lotta di volontari e religiosi per liberare questi uomini dalle loro terribili condizioni