Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

VIDEO CORRELATI

  

Common Ground

(2015 - 52')

Genre: Docu-Reality & Ethnography & History
Synopsis: Common Ground è un documentario sul centenario del genocidio armeno. La Turchia non ha ancora riconosciuto le sue responsabilità, cancel...

continue

  

Mulheres

(2014 - 24')

Genre: Human Interest
Synopsis: Zambezia, una delle regioni più povere del Mozambico, dove la speranza di vita corrisponde a 35 anni circa. Helena e Jenita, sfilano verso i lo...

continue

  

L'acqua calda e l'acqua fredda

(2015 - 56')

Genre: History & Nature & Environment
Synopsis: Alle Acciaierie Valbruna di Vicenza più di metà dei mille dipendenti provengono dal Sud, e in particolare da Giovinazzo (Bari). Qui fino...

continue

  

Grozny Blues

(2015 - 104')

Genre: Biography & History & Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: «Grozny Blues» segue la storia di alcuni abitanti di Grozny, capitale della Cecenia lacerata dalla guerra, dove la vita quotidiana è...

continue

  

filosofare

(2014 - 50')

Genre: Educational & Human Interest & Kids
Synopsis: “Filosofare” è un documentario frutto di un progetto che ha coinvolto circa 100 bambini delle scuole per l'infanzia di Rimini. Girato sulla fal...

continue

FILMS

Le porte del paradiso


Titolo inglese: The gates to heaven
Anno: 2016
Durata: 66'
Regista: Guido Nicolás zingari
Autore: Guido Nicolás zingari
Direttore della fotografia: Guido Nicolás zingari
Montatore: Diana Giromini
Producer: Guido Nicolás zingari

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: wolof
Genere: Ethnography
Tema: Infanzia & Adolescenza - Lavoro - Religione
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 29-11-2016

Nome: guido nicolás
Cognome: zingari
Società: il piccolo cinema
E-mail: gnzingari@gmail.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
Nelle scuole coraniche della città santa di Touba, conosciuta come la Mecca dell'Africa Occidentale, vivono migliaia di bambini e adolescenti. Hassan e Pape, come tutti i loro coetanei, sono chiamati a memorizzare ogni parola del Corano e a lavorare nei campi dei loro padri spirituali. Ogni giorno è per loro una nuova sfida in cui il timore di Dio incontra la legge degli uomini frammentando a poco a poco l'ingenuità delle loro infanzie. Nella lunga parabola di questa jihad dell'anima, imparano a pregare ingannando la violenza del mondo che li circonda. In questo faticoso cammino verso l'affrancamento interiore Hassan, Pape e i loro giovani compagni sono alla ricerca di un segreto a cui non tutti potranno accedere. Intanto, proteggere la sacralità di ogni gesto, superare le ingiustizie della vita, immaginare un sentiero verso l'aldilà sono tattiche di un'unica missione: affrontare l'enigma del quotidiano. Le melodie dei loro canti e il sapore dei desideri prendono corpo in un paesaggio sempre più sospeso e rarefatto.


Note:
Il film si sviluppa in un insieme di visioni, di quadri, di sequenze che immergono, senza commenti né voci esterne, in un racconto che si fa mondo. La scoperta di una realtà sconosciuta, costruita attraverso una lenta osservazione del quotidiano, si dissolve in paesaggi sempre meno familiari. In compenso, alla descrizione di questo universo narrativo si aggiunge la composizione di ritratti sempre più definiti. Presi nelle maglie di una parabola, le vite dei protagonisti sembrano trasformarsi in una melopea in forma di preghiera. Così il film inizia sulle rigide rotaie di un treno per liberarsi in una strada oltre la quale ci perdiamo in cerca di nuove vie. Ogni ritratto, nel film, è un sentiero che esplora alcune di queste vie. Ogni via è una voce. Ogni voce è parte di un coro che si frammenta proprio mentre si costituisce. L'attenzione ai personaggi e alle loro individualità cresce seguendo i loro desideri e la loro vitalità. L'unione, seppure caotica, misteriosa e forse incompiuta, di tutte queste forze, ci ricorda che da soli non c'è salvezza.


Festival:
Filmmaker Festival Milano