Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Il sangue verde

(2010 - 57')

Genre: Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: Gennaio 2010, Rosarno, Calabria. Le manifestazioni di rabbia degli immigrati mettono a nudo le condizioni di degrado e ingiustizia in cui vivono quoti...

continue

  

In terra di camorra

(2014 - 97')

Genre: Crime
Synopsis: Dove c'è molta luce, l'ombra è più nera. Malgrado l’idea che qualcuno cerca di far passare che tutto sommato la camorra è...

continue

  

CityZEN

(2016 - 72')

Genre: Docu-fiction & Docu-Reality
Synopsis: CityZEN è un film-documentario di Ruggero Gabbai sul quartiere ZEN di Palermo, una zona periferica progettata nel 1969 dall'architetto milanese...

continue

  

Ero Malerba

(2015 - 75')

Genre: Biography
Synopsis: Giuseppe, detto Pippo, sbarca in Germania quando ha solo sedici anni. Suo padre, da Porto Empedocle, in Sicilia, lo ha fatto fuggire per evitargli l'a...

continue

  

IL SECONDO TEMPO

(2012 - 57')

Genre: Docu-fiction & Ethnography & History
Synopsis: A Palermo la notte può essere anche una metafora a vent’anni dalle stragi di Mafia. La Palermo del Secondo Tempo é una città che ...

continue

FILMS

Senso di Marcia


Titolo inglese: On the Right Path
Anno: 2017
Durata: 50'

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Genere: Crime
Tema: Guerra & Conflitti - On the road
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 04-10-2017

Nome: duccio
Cognome: giordano
Società: brothers film
E-mail: brothersfilm@libero.it

Sinossi:
Un viaggio personale che è anche una storia collettiva. Tutto nasce da uno sguardo, quello di un pm dopo una maxiretata, che tradisce una buona dose di disincanto e ironia nei confronti del circuito mediatico-investigativo che quotidianamente impegna le migliori risorse del Paese. È così che il giornalista decide di superare etichette e protocolli e di attraversare parte del territorio nazionale, per cercare di mettere a fuoco il fenomeno mafia, nel tentativo di comprendere anche la strada migliore per raccontare all’opinione pubblica il sacrificio e la dedizione di chi è in prima linea contro il crimine. Storia di sguardi e di paesaggi, che assume spessore e concretezza via via che i personaggi si raccontano, si aprono alle domande del giornalista. E così che il tramonto sul porto abbandonato a Gela, una fabbrica dismessa, le croci bianche di Palmi, il cantiere blindato di un testimone di giustizia, gli uffici bunker di pm e procuratori, un giardino privato in un condominio di Milano, le torri del Centro direzionale a Napoli o il suo splendido lungomare diventano dei luoghi simbolo di una narrazione dalla quale emerge una sola verità possibile: a tenere in piedi la lotta alla mafia non esistono eroi o personaggi predestinati, ma uomini e donne, mogli e padri di famiglia che hanno deciso di rinunciare ad un approccio impiegatizio e hanno deciso di sacrificare il bene più prezioso - affetti e tempo libero - per dare continuità al proprio lavoro, per dare significato al proprio senso di marcia.