Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Il Tarlo

(2016 - 22')

Genre: Biography
Synopsis: Il tarlo è un insetto che attacca e si nutre della polpa del legno, lo stesso termine nel gergo comune viene usato per indicare un pensiero per...

continue

  

Saro

(2016 - 69')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: Mio padre è uscito dalla mia vita quando avevo poco più di un anno. Da allora non ne ho sentito molto parlare. Mi sono rifiutato di sape...

continue

  

Il museo chiude quando l'autore è stanco

(2013 - 23')

Genre: Arts & Culture & Biography & Human Interest
Synopsis: "Il museo chiude quando l'autore è stanco" è un documentario sull'artista romano Fausto Delle Chiaie. L'idea di questo cortom...

continue

  

Non si può vivere senza una giacchetta lilla

(2016 - 49')

Genre: Biography
Synopsis: Questo documentario racconta la vita intensa e appassionata di Lidia Menapace, partigiana, senatrice della Repubblica Italiana, fondatrice del Manifes...

continue

  

DIRITTO AI DIRITTI

(2016 - 53')

Genre: Docu-Reality & Educational & Human Interest
Synopsis: DIRITTO AI DIRITTI Un gruppo di persone con la Sindrome di Down compie un percorso di conoscenza e di confronto su alcuni temi della politica. Quattr...

continue

FILMS

Piero Gerelli - Il fluire della vita


Titolo inglese: Piero Gerelli - The flow of life
Anno: 2016
Durata: 26'

Colore: Color / B&W
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Genere: Docu-Reality
Tema: Artigianato - Fotografia - Lavoro
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 05-04-2016

Nome: Simone
Cognome: Rigamonti
E-mail: rigasimone@gmail.com

Sinossi:
A differenza del cinema di fiction, la produzione di un documentario, prevede sicuramente step più intimi, personali che rispecchiano la realtà cosi come si presenta, senza mediazioni, senza filtri e senza un copione prestabilito. Ed è per questo che ho voluto realizzare un documentario monografico che narra l’amore di Piero Gerelli nei confronti della fotografia analogica, rigorosamente in bianco e nero e stampata personalmente in camera oscura. Nessuno prima d’ora aveva mai avuto l’opportunità e l’occasione di raccontare la storia di questo artista neorealista bresciano di 94anni se non solo attraverso raccolte fotografiche. La profonda ammirazione e stima che provo da diverso tempo per Piero Gerelli unita alla passione per la fotografia e per il cinema, mi hanno portato a pensare concretamente di realizzare questo prodotto audiovisivo. Di grande valore sociale, il mio obiettivo non è solo solo quello di mantenere vive le parole di Piero, ma anche di valorizzarle, offrendo documentazione della sua esperienza a più persone possibili. La testimonianza di quest’uomo, che con i suoi racconti, narra momenti di vita passata a tutti noi, non può essere semplicemente ascoltata, magari distrattamente riposta in un cassetto della nostra memoria e poi dimenticata, deve essere invece custodita come un dono prezioso.