Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

VIDEO CORRELATI

  

La barca

(2016 - 13')

Genre: Biography & Docu-Reality & Personal Viewpoint
Synopsis: A Napoli, all’Arenile Sermoneta, affacciati sul Vesuvio, sopravvivono alcuni tra gli ultimi maestri d’ascia del Golfo. D’estate, nel caos del centro c...

continue

  

Cronopios

(2016 - 18')

Genre: Biography & Docu-Reality & Personal Viewpoint
Synopsis: Miriadi di variabili umane s’intersecano nel giardino del Molosiglio. Microstorie di solitudini specchiate e disincanto ma anche vitalità che a...

continue

  

Antonio degli scogli

(2016 - 14')

Genre: Biography & Docu-Reality & Personal Viewpoint
Synopsis: Antonio Esposito è un uomo che vive sugli scogli di Mergellina dove ha costruito un baracca in cui dorme. Vive li da molti anni, fisicamente ma...

continue

  

Il martedì e il venerdì

(2017 - 75')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: C’è chi vive in una casa popolare da trentacinque anni ma ancora non ha un regolare contratto di locazione. C’è chi non riesce a ottener...

continue

  

'A mazzamma

(2016 - 19')

Genre: Biography & Docu-Reality & Personal Viewpoint
Synopsis: Mazzamma è un termine napoletano che indica il pesce di piccole dimensioni o, con valore spregiativo, una gruppo di persone scarto della societ...

continue

FILMS

Un inferno

altre informazioni
contatti

Un inferno


Titolo inglese: An inferno
Anno: 2016
Durata: 16'
Regista: Camilla Salvatore
Direttore della fotografia: Camilla Salvatore
Società di produzione: CINEMA DEL REALE- ARCI MOVIE - P FILMAP-ATELIER DI
Distribuzione: CINEMA DEL REALE- ARCI MOVIE - P FILMAP-ATELIER DI

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: italiano
Genere: Docu-Reality & Human Interest & Personal Viewpoint
Tema: Culture locali - Lavoro
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 23-01-2017

Nome: Antonella
Cognome: Di Nocera
Società: FILMAP-ATELIER DI CINEMA DEL REALE- ARCI MOVIE - Parallelo 41 pr
E-mail: antodinocera@gmail.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
In un piccolo studio di tatuaggi nella provincia di Napoli si possono incontrare molte persone differenti. All’apparenza sembrerebbe un luogo come un altro, eppure nel più inaspettato dei posti si nasconde un microcosmo vivo. La pratica del tatuaggio diventa il mezzo per raccontare un aspetto di quella società: le chiacchiere e le confessioni fra il tatuatore e il suo cliente delineano il carattere di ciascuno dei personaggi e aiutano a raccontarne l’atmosfera. Affresco di un luogo autentico, con i suoi miti e le sue regole, e di un mestiere che tanto si presta a creare intimità e a sporcarsi col dolore, il sangue e le storie della gente.


Note:
Il tatuatore ci conduce alla scoperta di un mondo vivo e caotico: “un inferno”, perché popolato da personaggi pieni di contraddizioni, segnato da storie che celano dietro un aspetto talvolta grottesco, il dramma di esistenze al limite. Non si tratta di un giudizio di valore; infernale è la condizione che abbraccia con forza e attaccamento alla vita anche gli aspetti più crudi dell’esistenza. Ciascuno è già stato giudicato e talvolta anche condannato, ma è in questo contesto che si può osservare la tenacia e l’entusiasmo di chi combatte nonostante ciò che la vita può avere in serbo. Gli eventi si susseguono in modo ciclico, e anche la struttura del film - senza tregue, momenti di stallo, con una conclusione anulare - sta a sottolineare questa continuità, come una giornata che non finisce ma ricomincia ugualmente ogni volta.