Vai direttamente ai contenuti della pagina

VIDEO CORRELATI

  

My name is Charlie

(2014 - 54')

Genre: Biography & History & Human Interest
Synopsis: Un giovane bergamasco, nato nel 1874, ad inizio Novecento con un gruppo di altri compaesani emigra per l’Australia. Il suo nome è Modesto Varis...

continue

  

Dal Profondo

(2013 - 73')

Genre: Human Interest & Personal Viewpoint
Synopsis: Una lunga notte senza fine, senza stagioni, senza tempo. Un lavoro secolare che e orgoglio, maledizione. Km di gallerie. Buio. Uomini neri. Una don...

continue

  

Rezeki

(2015 - 54')

Genre: Docu-fiction & Docu-Reality & Ethnography
Synopsis: Il film nasce da una ricerca sulle miniere d’oro e pietre preziose e sul lavoro a Ovest di Aceh (Indonesia). Il film racconta della ricerca di fortuna...

continue

  

Prussiera - storie di Lula e di Miniera

(2010 - 53')

Genre: Biography & History & Human Interest
Synopsis: Realizzato nell'ambito del Progetto "Miniere di Mare", attraverso varie testimonianze, fra cui quella di un anziano ex-minatore di 94 anni,...

continue

  

Le nostre storie ci guardano

(2013 - 90')

Genre: Docu-fiction & Ethnography & History
Synopsis: Il documentario “Le nostre storie ci guardano” racconta 25 anni di storia sociale della Sardegna, dalla fine degli anni Cinquanta al 1970: è il...

continue

FILMS

Underground Harvest

altre informazioni
contatti

Underground Harvest


Titolo inglese: Underground Harvest
Anno: 2018
Durata: 38'
Regista: Parsifal Reparato
Direttore della fotografia: Parsifal Reparato
Montatore: Christian Giuffrida

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: indonesiano
Sottotitolo: inglese, italiano
Genere: Docu-Reality & Ethnography
Tema: Ambiente - Culture locali - Emarginazione sociale - Lavoro
Paese di produzione: Indonesia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 18-03-2018

Nome: Parsifal
Cognome: Reparato
Società: Nacne
E-mail: info@parsifal.name
Sito web: link al sito

Sinossi:
"Underground harvest" è stato prodotto congiuntamente da SEATIDE e UNIMIB. Questo film di 38 minuti trae origine dalle ricerche di Giacomo Tabacco e di Silvia Vignato, rispettivamente sulla corsa all'oro e alle pietre semipreziose e sui matrimoni e il lavoro in Aceh occidentale (Indonesia). Il film evoca la ricerca di fortuna e di denaro facile nell'Aceh del dopo catastrofi, un territorio particolarmente ricco di risorse naturali. E' una descrizione corale della relazione tra il lavoro e il mondo agricolo femminile e matrifocale (un mondo che include anche gli uomini) e la sfera maschile della febbrile e rischiosa ricerca mineraria, che si svolge in montagna e dalla quale le donne sono escluse. E' un film che mostra dei giovani uomini che desiderano il successo e le ragazze, e delle donne che si prendono gioco dei ragazzi. E' anche un'illustrazione di paesaggi e di risorse differenti. Il film non privilegia un singolo personaggio ma è ritmato dalla narrazione di una donna. Questa donna, sopravvissuta alla guerra civile, è una contadina e la madre di due minatori. Le immagini dei lavoratori dell'oro che scendono nei cunicoli sotterranei è costantemente reinserita nella vita quotidiana e nelle parole del villaggio.


Festival:
Festival Cinema African Asia America Latina