Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Tempi moderni 3.0

(2016 - 51')

Genre: Docu-fiction
Synopsis: Un senzatetto italiano che distribuisce volantini ad un semaforo commissiona un video promozionale per far conoscere il suo lavoro e la sua filosofia ...

continue

  

Giuseppe Filosa. Un maestro di bottega nel XXI secolo

(2014 - 16')

Genre: Arts & Culture & Biography & History
Synopsis: Giuseppe Filosa è nato nel 1937 a Montalto Uffugo (Cs) e da quarant’anni vive e opera nel centro storico di Cosenza, nella sua bottega d’arte –...

continue

  

I Cavalieri della Laguna

(2014 - 100')

Genre: Ethnography & Lifestyle & Nature & Environment
Synopsis: La storia di una comunità di pescatori che per continuare ad esistere, ha saputo rinnovarsi guardando al passato. Un viaggio umano e poeti...

continue

  

Il Nostro Male Quotidiano

(2011 - 36')

Genre: Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires & Nature & Environment
Synopsis: Prima ancora che Terzigno diventasse una notizia, una parola chiave, assieme a scontri, polizia, discarica, la gente conviveva ogni giorno con l’immon...

continue

  

Letter from an imaginary man

(2015 - 40')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: Letter from an imaginary man è progetto multimediale sull’amore, sulle lettere d’amore. Documenta un’operazione di raccolta e ricerca, partita ...

continue

FILMS

Un paese ci vuole


Titolo inglese: One needs a town
Anno: 2017
Durata: 59'
Regista: Sebastiano Sallustio
Direttore della fotografia: Sebastiano Sallustio
Montatore: Silvia Mazzarella
Producer: Sebastiano Sallustio

Colore: Color
Formato: DVCAM
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano/dialetto salentino
Sottotitolo: italiano/inglese/francese
Genere: Personal Viewpoint
Tema: Amore & Relazioni - Storie al femminile
Paese di produzione: Italia
Data Uscita: 07-10-2018

Nome: Sebastiano
Cognome: Sallustio
Società: Wanna di Sebastiano Sallustio
E-mail: sebastiano.sallustio@gmail.com

Sinossi:
Pensieri taciuti temuti persi confusi nel tempo fermi fra due vie d’improvviso riemergono tornano a raccontarsi a ridare senso alle cose San Michele Salentino, Puglia, Sud Italia Inverno 2003-2004 Non si racconta una vera e propria storia. Non è la storia di Maria, un'anziana signora dal carattere forte e volitivo, desiderosa in gioventù di emanciparsi dal lavoro in campagna per fare la modista di cappelli, reinventandosi continuamente in altri lavori, senza frustrazioni e con dignità. È da lei che parte il viaggio nell'inverno tra il 2003 e il 2004, mentre in casa ricamava la dote per sua nipote Diana. Non è la storia di sua figlia Rosaria, né quella di suo genero Mimino. Rosaria e Mimino, indivisibili e innamoratissimi. Maestri attenti e sensibili alle fragilità, alla cura delle persone e del mondo intorno a loro. Non è la storia di San Michele Salentino, paesello del brindisino talvolta ignoto anche alle mappe geografiche dove per i più giovani è difficile non pensare di dover partire. È forse un affresco di tutto questo e di un Sud resiliente che non si lamenta, una geografia di luoghi e molteplici stati d'animo che sanno colorarsi di gioia e di speranza, simbolicamente rappresentati dai ricami colorati di Maria, dalle sue roselline, come le chiama lei, realizzati come li sogna la notte.