Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Il Sogno di Ludovico

(2014 - 50')

Genre: Arts & Culture & Biography & History
Synopsis: Testimonianza unica e preziosa in prima persona della straordinaria vita di Ludovico Corrao poco prima del suo assassinio: la storia profonda della Si...

continue

  

LINA MANGIACAPRE ARTISTA DEL FEMMINISMO

(2015 - 42')

Genre: Arts & Culture & Biography
Synopsis: Il documentario è un omaggio a una straordinaria protagonista del femminismo napoletano che ha lasciato una vasta produzione come pittrice, rom...

continue

  

Mirabiles - I Custodi del mito

(2016 - 29')

Genre: Docu-Reality & Ethnography
Synopsis: Campi Flegrei: 5 siti archeologici d’epoca romana sono sprovvisti di biglietteria. A mantenerli vivi sono gli assuntori di custodia, residenti tra Bac...

continue

  

Uberto degli specchi

(2016 - 75')

Genre: Arts & Culture & Biography
Synopsis: La storia dello scenografo Uberto Bertacca (Viareggio, 1936) è fatta di lavoro e creatività, passione e intuizione, artigianalità...

continue

  

Elements of Rehearsal in the Bleak Midwinter

(2015 - 15')

Genre: Arts & Culture
Synopsis: Una summa minimalista dell'arte teatrale: soglia, spazio, voce, corpo, follia e crisi. Nel bel mezzo di un gelido inverno, un giovane gruppo di attori...

continue

FILMS

RI-SCOSSA


Titolo inglese: HEART-QUAKE
Anno: 2018
Durata: 73'
Regista: Dario Indelicato
Direttore della fotografia: Dario Indelicato
Montatore: Dario Indelicato
Producer: Valentina Catena & Alice Indelicato
Società di produzione: Trinacria Visual Art & Film Alice & AAMOD

Colore: Color / B&W
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: inglese
Genere: Arts & Culture & Docu-fiction & History
Tema: Architettura - Cinema & Teatro - Politica & Società
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 25-08-2018
Sito web: visita il sito

Nome: Dario
Cognome: Indelicato
Società: Alice Film
E-mail: email@darioindelicato.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
"Ri-scossa", è un docu-film sulla storia di Gibellina, paese rurale della Sicilia occidentale situato nella Valle del Belìce, cancellata prima dal sisma del 1968 e dopo dallo Stato, prima con la distruzione definitiva dei paesi favorendo l’emigrazione di massa, poi con l’abbandono delle persone rimaste nelle baracche per un decennio, ed infine con la beffa della ricostruzione. Una odissea che generò una riscossa nell’animo della gente che lottò duramente per il diritto alla ricostruzione, avvenuta in altri luoghi senza neanche pensare all’identità sociale e culturale che fu spazzata via. Il sindaco Ludovico Corrao coinvolse i più importanti artisti dell’epoca per favorire una rinascita attraverso la memoria espressa con l’arte e soprattutto con il teatro sulle rovine, trasformate nel Cretto di Alberto Burri. Gibellina, dopo la morte di Corrao, è una realtà sospesa nel tipico dramma in cui le cose si interrompono e prevarica il degrado, una metafora universale che si estende a tutta l’Italia.


Note:
Essendo di origini gibellinesi da parte di madre, ho da sempre sentito la necessità di raccontare questa storia
perché incarna l’esempio di un’incapacità del paese Italiano di valorizzare le ricchezze culturali ed umane che in esso nascono. La chiave di racconto del documentario è a cavallo tra una favola e una storia epica, basandosi su una narrazione fatta di testimonianze da parte di chi ha vissuto in prima persona questa esperienza, gibellinesi ed artisti, partendo dalla Gibellina prima del terremoto fino alla Gibellina nuova della contemporaneità. Vengono usate immagini contemporanee e di repertorio sia video che audio legati alle varie fasi della storia con i propri segni di deterioramento della pellicola e del video, come segno di una memoria che si va perdendo perché da troppo tempo non si è più vista, con lo scopo di far riaffiorare un ricordo svanito e coglierlo come una metafora universale.


Festival:
Being of gibellinesi origins from mother, I have always felt the need to tell this story
because it embodies the example of an inability of the Italian country to enhance the cultural and human wealth that is born in it. The key to the story of the documentary is between a story and an epic story, based on a narrative made of testimonies from those who experienced firsthand this experience, Gibban and artists, starting from Gibellina before the earthquake up to the new Gibellina of contemporaneity. Contemporary images and repertoire are used both video and audio related to the various stages of history with their signs of deterioration of the film and video, as a sign of a memory that is being lost because it has not been seen for too long, with the the purpose of making a faded memory resurface and catch it as a universal metaphor.