Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

FILMS

IL MONTE DELLE FORMICHE


Titolo inglese: THE MOUNT OF ANTS
Anno: 2017
Durata: 63'
Regista: Riccardo Palladino
Direttore della fotografia: Barzaghi Eugenio
Montatore: Palladino Riccardo
Musiche: Gelati Benedetta
Producer: Ricciardi Luca & Brucci Lara

Colore: Color
Formato: 16 mm
Ratio: 4:3
Lingua originale: italiano, francese, tedesco
Sottotitolo: italiano, inglese
Genere: Ethnography & Human Interest & Nature & Environment
Tema: Ambiente - Animali - Culture locali - Popoli & tradizioni - Religione
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 09-08-2017
Sito web: visita il sito

Nome: Lara
Cognome: Brucci
E-mail: cameraamano@gmail.com

Sinossi:
Da secoli, ogni anno, l’8 di settembre, sul Monte delle Formiche giungono miriadi di sciami di formiche alate. Come nubi che offuscano il cielo, i piccoli insetti si accoppiano in un meraviglioso volo a cui segue la morte di tutti i maschi, che cadono esausti sul sagrato della chiesa un tempo chiamata "Santa Maria Formicarum". Il volo nuziale risplende come un’apparizione estatica di fronte agli occhi dei curiosi, dei turisti e dei fedeli, i quali ogni anno giungono qui per ammirare e per celebrare la festa dedicata alla "Vergine del Monte delle Formiche". Questo evento singolare è il punto di partenza della riflessione del film, che si interroga sulla natura dei piccoli insetti e dell’essere umano. Grandi scrittori come il poeta Premio Nobel Maurice Maeterlinck e l'entomologo Carlo Emery hanno studiato ampiamente i piccoli insetti, mettendo in relazione il regno delle formiche con il mondo degli uomini: le loro parole riecheggiano, oggi, nelle voci dei testimoni del film.


Note:
L'idea del film nasce a margine della scomparsa di persone care. Il mistero della vita e della morte è da sempre inconoscibile e per questo spiazza chi vi si trova davanti.
Il senso di tristezza e di dolore di fronte alla morte, come anche le parole di gioia e felicità, sembrano appartenere solo all'uomo.
La morte collettiva di miliardi di formiche di sesso maschile dopo l'accoppiamento in un luogo e in un giorno ben preciso ha un sapore biblico, ma è anche uno specchio per riflettere sulla consapevolezza dell'essere umano.
L’essere umano dovrebbe divenire formica, così da non sentirsi solo di fronte all'egoismo e alla dipartita dei propri cari: abbiamo infiniti fratelli e sorelle che ci sono parenti per il solo fatto di esistere.


Festival:
World Premiere: 70 Locarno Festival - Cineasti del Presente Competition
Premio miglior documentario italiano a Cinemambiente 2018
Annecy Cinema Italien 2017 - competition (France), MAR DEL PLATA Festival Internacional de Cine (Argentina), Punto de Vista festival (Spain), DocumentaMadrid (Spain), Trento Film Festival (Italy), Filmmaker Fest (Italy), Documentaria Noto (Italy), Italia Doc Season (UK), Working Title Film Festival (Italy), EDOC (Ecuador), Porto/Post/Doc