Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Contadini a Milano

(2014 - 19')

Genre: Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: Milano, città della moda, della finanza e dei media.Città dell'Expo, ma anche città di agricoltori.Cosa significa fare i contadin...

continue

  

Carne e Polvere

(2015 - 9')

Genre: Docu-fiction & Docu-Reality & Nature & Environment
Synopsis: Carne e polvere si mescolano nella vita di un contadino che, all'interno del rapporto carnale con il suo ambiente, deve far fronte all'imprevedibilit&...

continue

  

Contadini di montagna

(2015 - 74')

Genre: Ethnography & Nature & Environment
Synopsis: Valle di Cembra, Trentino. Nel contesto di uno dei paesaggi terrazzati più suggestivi dell'arco alpino, coltivato quasi esclusivamente a vignet...

continue

  

Giuseppe Filosa. Un maestro di bottega nel XXI secolo

(2014 - 16')

Genre: Arts & Culture & Biography & History
Synopsis: Giuseppe Filosa è nato nel 1937 a Montalto Uffugo (Cs) e da quarant’anni vive e opera nel centro storico di Cosenza, nella sua bottega d’arte –...

continue

  

Senza Trucco - Le donne del vino naturale

(2011 - 78')

Genre: Human Interest & Nature & Environment
Synopsis: Quattro donne, quattro stagioni, una vendemmia. Quattro produttrici di vino naturale che lavorano in vigna e lavorando raccontano le loro storie. Ognu...

continue

FILMS

C'ERA UNA VOLTA LA TERRA


Titolo inglese: ONCE UPON A LAND
Anno: 2018
Durata: 73'
Regista: ROBERTO MARIOTTI JOVINE ILARIA
Società di produzione: ILJA'FILM

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Genere: Ethnography & History & Nature & Environment
Tema: Ambiente - Culture locali - Poesia & Scrittura - Popoli & tradizioni - Storia contemporanea
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 08-04-2018

Nome: ILARIA
Cognome: JOVINE
Società: ILJA'FILM
E-mail: iljafilm@gmail.com

Sinossi:
Partendo da selezionati articoli giornalistici dello scrittore e saggista Francesco Jovine (1902-1950), pubblicati negli anni ’40 e dedicati alla civiltà contadina meridionale, il film indaga la realtà contemporanea, alla ricerca del medesimo legame raccontato dallo scrittore, quello che da sempre lega l’uomo alla terra. Ne viene fuori una favola sospesa tra il presente e il passato, dai toni a volte poetici, a volte amari, che ha come protagonisti, oltre lo scrittore stesso, un giovane coltivatore, un professore di geografia, una mandria di vacche, due fratelli indiani e dei giovani immigrati afghani ospitati in un CDA interno ad una azienda agricola.


Note:
“La mia terra è per me una specie di sogno, come un mito antico conosciuto attraverso i racconti di mio padre e un po’ per istinto.”
Pur parlando di “terra”, la pubblicistica (e ancor di più la narrativa) di Jovine trasmettono suggestioni legate ai sogni, ai miti e alle favole: la realtà descritta è quella di un Sud abbandonato da ragazzo per andare a studiare a Roma e lo scrittore, attingendo alla propria memoria e al vasto bagaglio di leggende e superstizioni della spiritualità contadina, la trasforma in una realtà magica e leggendaria.
Il tono favolistico dello scrittore, riscontrabile sorprendentemente anche negli articoli giornalistici scelti per il film, ha improntato anche le nostre riprese. Parlare di terra, soprattutto oggi, è parlare di un mondo paradossalmente lontano e sconosciuto: la terra è sotto i nostri piedi, ma non ce ne rendiamo conto, è insieme fatto concreto e concetto astratto, al limite del mito.


Festival:
CINEMA AL MAXXI
LARIANO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL
MOLISE CINEMA FILM FESTIVAL
LICODIA EUBEA FILM FESTIVAL
RASSEGNA CINEMATOGRAFICA SETTIMANA DELLA CULTURA ITALIANA - ISTITUTO DI CULTURA ITALIANA CRACOVIA