Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

La trasferta

(2017 - 22')

Genre: Docu-Reality & Ethnography & Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: I pensieri, le paure, i punti di vista di un gruppo di migranti che attualmente vivono in Italia. Ibraim, protagonista del documentario, ci accompagne...

continue

  

Invisibili

(2016 - 28')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: «Sono un bambino, ho paura». Abdul, sedici anni, s’accende una sigaretta mentre stringe a sé due sacchetti di plastica blu. Con lu...

continue

  

Binxêt - Sotto il confine

(2017 - 94')

Genre: Docu-Reality & Human Interest
Synopsis: “Binxet – Sotto il confine” è un viaggio tra vita e morte, dignità e dolore, lotta e libertà. Si svolge lungo i 911 km del confin...

continue

  

Hotel Splendid

(2017 - 90')

Genre: Ethnography & Human Interest
Synopsis: "Hotel Splendid" è un racconto intimo e corale sulla vita di una comunità di migranti provenienti dalle coste africane, ospita...

continue

FILMS

CittàGiardino


Titolo inglese: CittàGiardino
Anno: 2018
Durata: 55'
Regista: Marco Piccarreda
Autore: Marco Piccarreda & formenti gaia
Direttore della fotografia: Marco Piccarreda
Montatore: Marco Piccarreda
Producer: Marco Piccarreda & formenti gaia

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: arabo, inglese, francese, italia
Genere: Docu-Reality & Human Interest & Kids
Tema: Ambiente - Diritti umani - Emarginazione sociale - Infanzia & Adolescenza - Politica & Società
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 22-04-2018
Sito web: visita il sito

Nome: MARCO
Cognome: PICCARREDA
E-mail: marcopicca@gmail.com

Sinossi:
Entroterra siciliano, estate. Il Centro di Accoglienza Città Giardino è in chiusura e gli unici ospiti sono 6 ragazzini tra i 14 e i 18 anni. Arrivano dall'Africa, hanno solcato il deserto e il mediterraneo e ora sono qui, immobili, in attesa che arrivi un permesso, un visto, un ordine di trasferimento che li conduca altrove. Per sopravvivere ciascuno dei ragazzi costruisce la propria dimensione piccola parallela in cui continuare a sperare. Omar si allena nella sua palestra improvvisata e amoreggia con donne contattate su Facebook, Jallow si rifugia nel suo tablet spiando da lontano la vita di coetanei rimasti in Gambia, Jelimakan si dedica alla preghiera e alla contemplazione del Corano. Sahid, appena ripescato dopo un tentativo di fuga da un altro Centro, sembra l'unico intenzionato a vincere l'immobilità. Tutti i giorni, sul tetto di un rudere, scruta con un binocolo il mondo circostante: le ciminiere infuocate, i dintorni brulli della campagna, le traiettorie dei pochi passanti. Durante uno dei suoi appostamenti scopre che un pullman che transita da Catania passa proprio lì accanto; l'idea di una nuova fuga è immediata ma è a corto di soldi. Decide di chiedere aiuto al suo conterraneo Farouq, un bambino di 14 anni che passa le giornate sdraiato nel letto e naturalmente allergico a qualsiasi attività. In una atmosfera sempre più onirica e desolata Sahid e Farouq, ormai amici, mettono a punto il loro piano di fuga.


Note:
Sempre più frequentemente ragazzi africani, poco più che bambini, scelgono di intraprendere da soli il difficile viaggio che li conduce in Europa lungo rotte considerate illegali.
Si lanciano spregiudicatamente in un'avventura dall'esito incerto incontrando la fame, lo sfruttamento, talvolta la prigionia.
Una volta in Italia vengono separati dagli adulti e raccolti in CPA, centri dove dovrebbero sostare per 30 gg prima di essere smistati in strutture più adeguate.
Di fatto la carenza di mezzi e la lentezza dell' amministrazione italiana trasformano questo soggiorno temporaneo in una agonia di inattività allucinata.
Molti di loro scappano, altri cadono in uno stato di depressione clinica.
Cosa può fare la mente di un adolescente scampato alla guerra e alla povertà quando si trova bloccato per mesi nell’angolo remoto di un'isola straniera?
Cosa resta della sua spinta verso il futuro? Del suo coraggio incosciente? Della sua stessa identità?


Festival:

Visions du reel - International Film Festival
(Prix du Jury des Jeunes George Reinhart Most innovative medium length film, Youth Jury)

Isreal - International Film Festival

Cinemambiente - International Film Festival

Kino Otok- International Film Festival

Trieste ShorTs - International Film Festival

Ariano - International Film Festival

Lyon - Interferences Film Festival

Festival Internazionale del Cinema di
Frontiera - Marzamemi

Escales Documentaires

Festival del Cinema dei Diritti Umani di Lugano

Global Forum Film Festival