Vai direttamente ai contenuti della pagina

VIDEO CORRELATI

  

People in Sorrento

(2016 - 52')

Genre: Arts & Culture & History
Synopsis: People in Sorrento è un viaggio attraverso la bellezza e l’arte nelle sue varie espressioni: musica, cinema, letteratura, danza e teatro. Un fi...

continue

  

Hans Werner Henze: la musica, l'amicizia, il gioco

(2016 - 75')

Genre: Arts & Culture & Biography & Personal Viewpoint
Synopsis: Hans Werner Henze, il piu grande compositore classico contemporaneo, morto nel 2012, omosessuale, tedesco, ha vissuto la sua vita in Italia, fuggendo ...

continue

  

La Prima Meta

(2016 - 76')

Genre: Docu-Reality & Human Interest
Synopsis: Max, allenatore di rugby, seleziona tre giovani detenuti per la squadra multietnica Giallo Dozza del carcere di Bologna. Con allenamenti estenuanti ri...

continue

  

Il Campione

(2016 - 75')

Genre: Biography & Lifestyle & Personal Viewpoint
Synopsis: Giuseppe “Peppe” Ottaviani non è un centenario come gli altri: detiene record mondiali nei 60, 100 e 200 metri, nel salto in alto, lungo, tripl...

continue

  

Crazy for football

(2016 - 74')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: Un gruppo di pazienti che arrivano dai dipartimenti di salute mentale di tutta Italia, uno psichiatra, Santo Rullo, come direttore sportivo, un ex gio...

continue

FILMS

Butterfly


Titolo inglese: Butterfly
Anno: 2018
Durata: 80'
Regista: Alessandro Cassigoli & Casey Kauffman
Autore: Alessandro Cassigoli & Casey Kauffman
Direttore della fotografia: Giuseppe Maio
Montatore: Giogiò Franchini & Alessandro Cassigoli
Musiche: Giorgio Giampà
Producer: Michele fornasero
Società di produzione: INDYCA snc & Cinema Rai
Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà Srl

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: ita - eng
Genere: Docu-fiction
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 19-10-2018
Sito web: visita il sito

Nome: Michele
Cognome: Fornasero
Società: INDYCA SNC
E-mail: info@indyca.it
Sito web: link al sito

Sinossi:
Irma ha solo 18 anni, ma è già una campionessa di boxe. Il suo successo è un risultato notevole per una ragazza cresciuta in uno dei paesi più violenti del napoletano. Più Irma riesce nel suo percorso sportivo, più si rivela fragile nel suo percorso interiore. Trascorre mesi nei ritiri di allenamento lontano da casa, sotto pressione e con enormi aspettative nei suoi confronti. Inizia ad insinuarsi in lei il dubbio se valga la pena o meno di rinunciare alla sua gioventù per i propri obiettivi. Il maestro Lucio ha 78 anni, è stato il primo allenatore e l’unica vera figura paterna per Irma. Maestro di vita oltre che maestro di boxe, dal momento in cui l'arbitro alza il braccio di Irma in segno di vittoria alle qualificazioni olimpiche, sa che la sua vita non sarà più la stessa. Prima pugile donna italiana della storia a qualificarsi alle Olimpiadi, Irma si ritrova con i media incessantemente addosso. In poco tempo la ragazza diventa una notizia, un volto in tv, addirittura la protagonista di un libro sulla sua vita. L’immagine confezionata dai media è semplicemente troppo bella per essere vera: una ragazza del “ghetto” che vince le Olimpiadi e scrive la storia. Irma, invece, torna in Italia senza una medaglia. La delusione è troppo grande, le sue certezze sono crollate. La boxe è davvero qualcosa che fa per lei? Adesso che è lontana dai riflettori può finalmente guardarsi dentro e cercare la sua strada.