Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

FILMS

Iron Heart


Titolo inglese: Iron Heart
Anno: 2018
Durata: 75'
Regista: Cristian Iezzi
Autore: Cristian Iezzi
Montatore: Cristian Iezzi
Musiche: Fabrizio Castanìa
Producer: Chiara De Marchis
SocietÓ di produzione: K&C Studios
Distribuzione: Kinema Association

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: inglese
Genere: Arts & Culture & Biography & Docu-Reality
Tema: Amore & Relazioni - Artigianato - Lavoro - Pittura & Scultura - Religione
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 27-01-2019
Sito web: visita il sito

Nome: Chiara
Cognome: De Marchis
SocietÓ: Kinema Association
E-mail: kinema.association@gmail.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
Iron Heart è una storia vera: un uomo e il suo grande amore, l'amore per l'arte e per la sua famiglia. Mario Crocicchia, nato nel 1933, vive la sua infanzia in un periodo difficile e povero. Vive vicino a Roma, in una piccola città in cui la cultura è assente. Da bambino, mostra la straordinaria capacità di disegnare qualsiasi cosa; crescendo la sua passione non finisce e decide di realizzarsi nel mondo dell'arte. La morte prematura di suo padre e l'assoluta povertà della sua famiglia lo hanno portato a nascondere il suo sogno. Ma come può essere nascosta un'incredibile capacità? Semplice, non si può. Cerca di vivere una vita normale, ma l'arte lo attrae, fino ad inventare una tecnica di scultura a freddo del ferro e inizia a creare opere uniche al mondo. Le realizza solo per amore della sua famiglia. Nel corso degli anni ha realizzato più di 300 opere, senza venderne mai una. Poi arriva l'ultimo lavoro: complice la stanchezza e gli anni (non ha 3 dita, non vede più e ha 85 anni) deve chiudere le porte del suo mondo magico: la sua officina. L'ultima opera, come la prima, è per sua moglie. Ma Mario è sempre stato un bambino dentro di sé, capace di sorprendere e guardare tutto con stupore. Finirà il suo ultimo lavoro, dandogli il suo tocco magico: un pezzo del suo cuore. Il rimorso di una vita basata sulla sua arte non lo ha mai toccato, è felice. Ha sempre fatto tutto per amore: per la sua famiglia, la cosa più importante. Le opere sono custodite gelosamente dalla famiglia, che attende di mostrarle a tutto il mondo.