Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Memoriale Campestre

(2017 - 57')

Genre: Biography & Docu-Reality & Human Interest
Synopsis: Senilis racconta le vicende di una famiglia di anziani in una cittadina di provincia dell’Italia meridionale. I quattro personaggi , testimoni vivi d...

continue

  

Il martedì e il venerdì

(2017 - 75')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: C’è chi vive in una casa popolare da trentacinque anni ma ancora non ha un regolare contratto di locazione. C’è chi non riesce a ottener...

continue

  

Eat Me

(2017 - 50')

Genre: Docu-Reality & Human Interest & Personal Viewpoint
Synopsis: Eat Me è una ricerca visiva documentaria sull’anoressia e sui Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA). Un'escursione oltre la cortina dei p...

continue

  

Lo Spettatore

(2016 - 17')

Genre: Arts & Culture & Docu-fiction & Personal Viewpoint
Synopsis: In seguito a un’improvvisa amnesia cinematografica, un giovane spettatore va in cerca dei cinema della propria adolescenza. Inizia così il suo ...

continue

  

Il Tarlo

(2016 - 22')

Genre: Biography
Synopsis: Il tarlo è un insetto che attacca e si nutre della polpa del legno, lo stesso termine nel gergo comune viene usato per indicare un pensiero per...

continue

FILMS

Non può essere sempre estate


Titolo inglese: Non può essere sempre estate
Anno: 2017
Durata: 62'
Regista: Margherita Panizon & Iannucci Sabrina
Direttore della fotografia: Margherita Panizon & Iannucci Sabrina
Montatore: Infante Simona
Producer: Margherita Panizon & Iannucci Sabrina & Nocera Antonella Di
Società di produzione: parallelo41produzioni

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Genere: Arts & Culture & Docu-Reality
Tema: Cinema & Teatro - Culture locali
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 01-06-2017

Nome: Antonella
Cognome: Di Nocera
Società: PARALLELO41PRODUZIONI
E-mail: parallelo41produzioni@gmail.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
Chiara Stella, Domenico e Alessio hanno 15 anni, e tutti i lunedì vanno a fare le prove di teatro al Centro Asterix, uno spazio ricreativo con dentro un piccolo teatro che si trova a San Giovanni a Teduccio, quartiere della periferia Est di Napoli. I tre vengono da lì vicino: Ponticelli, Barra e lo stesso San Giovanni. Devono prepararsi per mettere in scena Vincenzo De Pretore, una commedia di Eduardo De Filippo. Nicola, il regista dello spettacolo, ha proposto loro questo testo per un motivo: rispecchia le condizioni di vita di alcuni ragazzi e rappresenta delle possibili realtà con le quali si confrontano quotidianamente. Il film segue da vicino gli incontri e scontri tra i ragazzi e i loro maestri, durante i quali Nicola, sprona i ragazzi a guardarsi dentro e affrontare la vita in maniera cosciente e soprattutto serena. Le loro storie, le necessità e i caratteri di Chiara Stella, Domenico e Alessio emergeranno attraverso crisi, successi e ripensamenti; si avvicineranno tra loro grazie ai metodi e alla regia di Nicola e attraverso le improvvisazioni sul palcoscenico. Il teatro così diventa uno spazio di confronto e di autoanalisi. Con l’avvicinarsi del debutto i nostri protagonisti supereranno le loro barriere interiori ed usciranno allo scoperto raccontandosi.