Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Radici. L'altra faccia delle migrazioni (II serie)

(2013 - 52' x 4)

Genre: Adventure & Travels & Arts & Culture & Ethnography
Synopsis: "Radici" è una serie tra lo spettacolo e il documentario sociale. E' un viaggio alle radici di una persona, della sua cultura, del su...

continue

  

Radici. L'altra faccia delle migrazioni (I serie)

(2011 - 52' x 4)

Genre: Adventure & Travels & Arts & Culture & Ethnography
Synopsis: "Radici" è una serie tra lo spettacolo e il documentario sociale. E' un viaggio alle radici di una persona, della sua cultura, del su...

continue

  

Aicha è tornata

(2011 - 35')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: Il documentario racconta le migrazioni di ritorno nelle province di Khouribga,Beni Mellal e Fkih Ben Salah, principali bacini d’emigrazione dal Marocc...

continue

  

This is not paradise

(2014 - 52')

Genre: Docu-Reality
Synopsis: In Libano migliaia di donne di servizio migranti vivono in condizione di semi-schiavitù e senza alcuna protezione legale. Si stima che dal 2007...

continue

  

Mozzarella Inc.

(2011 - 21')

Genre: Arts & Culture & Human Interest
Synopsis: A former drum & bass DJ and an ex club promoter from Italy are providing London's restaurants with the freshest Buffalo mozzarella on the market; ...

continue

FILMS

Wallah Je te jure


Titolo inglese: Wallah Je te jure
Anno: 2017
Durata: 59'
Regista: Marcello Merletto
Direttore della fotografia: Marcello Merletto
Montatore: Borroni Silvia

Colore: Color
Formato: HD
Lingua originale: inglese, francese, wolof, italia
Sottotitolo: inglese, francese, italiano
Genere: Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires
Tema: Migrazione - Multiculturalità & Integrazione
Paese di produzione: Niger

Nome: Marcello
Cognome: Merletto
E-mail: marcello.merletto@gmail.com

Sinossi:
"Wallah - Je te jure"' racconta le storie di uomini e donne in viaggio lungo le rotte migratorie dall'Africa occidentale all'Italia, passando per il Niger. Villaggi rurali del Senegal, stazioni degli autobus e "ghetti" di trafficanti in Niger, case e piazze italiane fanno da sfondo a viaggi coraggiosi, dalle conseguenze spesso drammatiche. L'Europa è una meta da raggiungere ad ogni costo, "Wallah", lo giuro su Dio. Ma c'è anche chi, provato dalla strada, riprende la via di casa.