Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

L'UTOPIE MISE EN SCENE

(1995 - 30')

Genre: Arts & Culture & Biography
Synopsis: Ritratto della coreografa e leader del Gruppo panafricano teatrale musicale Ki Yi Mbock, KWere Were Liking é nel panorama mondiale una figura d...

continue

  

Professione: Artista

(2017 - 50')

Genre: Arts & Culture
Synopsis: Cosa, o meglio chi si nasconde dietro i personaggi che vediamo in scena? Tutti gli spettacoli a cui assistiamo, da cui siamo rapiti, che applaudiamo, ...

continue

  

OLTRE LA FATICA

(2016 - 44')

Genre: Arts & Culture
Synopsis: Sono gli anni Settanta. All’apice delle loro rispettive carriere, Liliana Cosi, étoile del Teatro alla Scala di Milano e del Bolshoi di Mosca e...

continue

  

WIWANANA

(2017 - 74')

Genre: Human Interest & Personal Viewpoint
Synopsis: Un gruppo di cinque italiani e un mozambicano stanno girando nelle foreste del nord del Mozambico alla ricerca di cinque attori amatoriali. L’obiettiv...

continue

  

Alain Danielou: Il labirinto di una vita

(2016 - 58')

Genre: Arts & Culture & Biography
Synopsis: La vita straordinaria dell'uomo che portò l'India in Occidente. Un avventuroso viaggio musicale che parte dalla Bretagna, passa attraverso l'I...

continue

FILMS

Les amoureux des bancs publics


Titolo inglese: The lovers of public benches
Anno: 2017
Durata: 68'
Regista: Gaia Vianello & Baigorria Juan Martin
Autore: Gaia Vianello
Montatore: Baigorria Juan Martin
Musiche: Rocchetti Claudio
Producer: Vianello Gaia
Società di produzione: Produzioni Sunset

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: arabo, francese
Sottotitolo: la strada che resiste con l'arte
Genere: Docu-Reality
Tema: Diritti umani - Musica & Danza
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 08-11-2017

Nome: Gaia
Cognome: Vianello
E-mail: gaia_vianello@hotmail.it

Sinossi:
Dalle contestazioni del dicembre 2010 un genere estetico e politico, la street-art, si è impossessato delle strade e dello spazio pubblico tunisino, trasformandolo in un luogo in cui le creazioni artistiche e culturali prendono forma e veicolano un messaggio che arriva in maniera diretta ai cittadini. Collettivi di writers, compagnie di danza, di teatro e di cinema hanno trasformato le piazze, le Medine e i mercati di Tunisi e della Tunisia in un nuovo palcoscenico fruibile da tutti, per sensibilizzare la società civile all’arte, intesa come dovere cittadino. Seguendo il lavoro di gruppi come Zwewla, Ghar-Boys, Brotha from Another Motha Company, Danseurs-Citoyens, Art Solution, L’Art Rue e molti altri, il documentario indaga su una nuova modalità di cittadinanza attiva nella Tunisia post-rivoluzionaria e sull’impatto che questa può avere, nell’attuale contesto instabile, sulla società tunisina, ed in particolare sulle giovani generazioni, diffondendo una cultura alternativa alle istanze più radicali del paese.