Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

FILMS

Gli Indocili


Titolo inglese: Wild Words
Anno: 2019
Durata: 67'
Regista: Ana Shametaj
Autore: Ana Shametaj
Direttore della fotografia: Ana Shametaj & Greta De Lazzaris
Montatore: Jacopo Quadri & Tettamanti Nicolò
Musiche: Anselmo Luisi
Producer: Jacopo Quadri
Società di produzione: srl Ubulibri & Cinema Rai

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italiano
Sottotitolo: inglese
Genere: Arts & Culture & Docu-fiction & Nature & Environment
Tema: Cinema & Teatro - Musica & Danza - Poesia & Scrittura
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 20-01-2019
Sito web: visita il sito

Nome: Jacopo
Cognome: Quadri
Società: Ubulibri srl
E-mail: segreteria@ubulibri.it
Sito web: link al sito

Sinossi:
12 giovani interpreti, una poeta e un regista trascorrono insieme tre mesi in un teatro in mezzo al bosco. Ogni giorno la poeta Mariangela Gualtieri scrive versi facendosi ispirare dalle ragazze e i ragazzi. Il gruppo di attori è allenato dal regista Cesare Ronconi a diventare un coro, un corpo unico e compatto in scena. Allo stesso tempo ogni attore è spinto a penetrare nella propria solitudine. La foresta invernale attorno al teatro diventa il labirinto da fronteggiare dove perdersi e trovare quello che si stava cercando.


Note:
Al centro del documentario vi è il tentativo di raccontare la poesia nel suo viaggio. Mariangela Gualtieri dà ai ragazzi delle parole precise, dense, concentrate e semplici: è il verso poetico appena nato, scritto proprio per loro. Cesare Ronconi fa un lavoro registico dove è un po’ cuoco e un po’ rabdomante: lui allena allo stare in gruppo, curando gli altri dalla cucina alla filosofia di vita.
Ogni attore arriva a un punto strano di
se stesso, molto solo e molto in gruppo. Il modo di raccontare del documentario cambia man a mano che ciascuno dei ragazzi precipita in questa ricerca interiore, un’ iniziazione poetica che parte dal perdersi nel bosco. E’ la storia di un’alchimia, che ha tutti i tratti dell’avventura: l’alchimia dell’indocilità, della resistenza. Lucidità e sensibilità, questo vuol dire essere indocili: fronteggiare con parole esatte e un giusto temperamento un sentimento generale di depotenziamento. Entrare in un punto di vista che diventa un punto di vita.


Festival:
Prima nazionale "30° Trieste Film Festival "- Premio Corso Salani
Prima internazionale "Locarno Film Festival - L'immagine e la parola".
37° Asolo Art Film Festival - vincitore Gran Premio di Asolo