Vai direttamente ai contenuti della pagina

VIDEO CORRELATI

  

Al riparo degli alberi

(2016 - 52')

Genre: Biography & Educational & History
Synopsis: “Nella tradizione ebraica quando qualcuno non c'è più il modo migliore per ricordarlo è piantare un albero, perché l&igrav...

continue

  

La scelta di Leone (preview)

(2016 - 65')

Genre: Biography & History
Synopsis: Finita la guerra, il fascismo sembra dissolversi senza lasciare traccia, a parte le rovine. Con l’arresto di Mussolini nel luglio del 1943 e l’armisti...

continue

  

1945 l’anno che non c’è

(2015 - 66')

Genre: Educational & History
Synopsis: Quando penso al 1945, cosa che ho fatto spesso in questi ultimi mesi, lo immagino come “La scuola di Atene” di Raffaello. Filosofi e pensatori che ha...

continue

  

Resistenza Naturale

(2014 - 85')

Genre: Lifestyle & Nature & Environment
Synopsis: Dalle Marche alla Toscana, dall’Emilia Romagna al Piemonte, quattro storie diverse unite da un unico e profondo amore: quello per la propria terra. Di...

continue

  

Rino - La mia ascia di guerra

(2015 - 54')

Genre: Biography & History & Human Interest
Synopsis: Andrea da bambino aveva un eroe: “il Rino”. Rino è stato il mentore di Andrea. Partigiano, comunista: diverso da tutti. Da anni Andrea pensava ...

continue

FILMS

Maramures


Titolo inglese: Maramures
Anno: 2000
Durata: 52'
Regista: Fabrizio Scapin

Colore: Color
Formato: DVCAM
Lingua originale: rumeno
Sottotitolo: italiano/english/français
Genere: Arts & Culture & Ethnography & Lifestyle
Tema: Culture locali - Globalizzazione - Migrazione - Popoli & tradizioni
Paese di produzione: Francia
Stato lavori: pronto

Nome: Dominique
Cognome: BELLOIR
Società: MIRAGE ILLIMITÉ
E-mail: dominique.belloir@mirageillimite.com
Sito web: link al sito

Sinossi:
E’ Natale, siamo nel nord della Romania alla fine del 1999. L’occidente con l’economia di mercato è entrato prepotentemente in tutta la Romania. Nelu, studente in una grande città mineraria, e Petru, violinista a pochi km di distanza in un villaggio oltre i Carpazzi, ci accompagnano in questo pezzo di Romania che ha saputo, nei secoli, preservare la propria identità. E’ la terra dei Maramures, che anticamente fu Dacia Libera: così chiamata perché l’invasore romano mai riuscì ad invaderla…


Note:
I Maramures hanno mantenuto i propri ritmi di vita e una concezione del tempo differente, molto difficile da ritrovare al di là delle montagne che li separano dal resto della Romania. Durante alcuni periodi cruciali dell’anno come ad esempio il Natale e i giorni che seguono fino al nuovo anno, nei villaggi si rappresentano scene ancestrali: un misto di religione ortodossa con influenze pagane che si è perpetuato nel tempo.
Questo popolo di resistenti si trova oggi di fronte ad un nuovo momento di grande cambiamento: dopo la rivoluzione del ’89, l’occidente con l’economia di mercato è entrato prepotertemente in tutta la Romania. Molti giovani sognano di partire, lasciare le montagne per fare l’Università in città o magari emigrare in Europa Occidentale in cerca di un lavoro più redditizio che permetterà loro, un giorno, di tornare… quell’Europa vista e sognata alla televisione, totem tecnologico, veicolatore di sguardi lontani, di immagini e parole appartenenti ad un altro universo, ad altri immaginari. Altri hanno deciso di restare per provare a costruire qualcosa nella propria terra.


Festival:
Third Prize (ex – aequo) Festival of Italian Documentaries
Libero Bizzarri (2001)
Commendation Maremma Film Festival (2001)
Trieste Film Festival (2001)
Torino Film Festival (2000)
ASTRA Film Festival, Romania (2002) Central European University – Budapest (2002)