Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

I nostri anni migliori

(2011 - 46')

Genre: Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires & Personal Viewpoint
Synopsis: Cosa resta di una rivoluzione, nelle vite delle persone che l’hanno attraversata? Abbiamo incontrato nei campi profughi di Manduria, Mineo e Palazz...

continue

  

La Voce dei Sogni

(2013 - 63')

Genre: Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: In “La voce dei sogni” s’intrecciano i racconti di alcuni giovani Tunisini di varia estrazione sociale: Mohammed dopo la rivoluzione decide di emigrar...

continue

  

In uno stato libero

(2012 - 73')

Genre: Investigation, Reportage & Current Affaires
Synopsis: Zarzis TV è una web TV fondata da tre giovani tunisini all’indomani del crollo del regime di Ben Ali il 14 gennaio 2011. “Voce libera” del sud ...

continue

  

Tahrir, Liberation Square

(2011 - 90')

Genre: History & Investigation, Reportage & Current Affaires & Personal Viewpoint
Synopsis: Cairo, febbraio 2011. Tahrir è un film scritto con i volti, con le mani, con le voci di chi stava in piazza. La prima cronaca in tempo reale de...

continue

  

Terra de Fraternidade

(2014 - 57')

Genre: Docu-Reality & History & Human Interest
Synopsis: Lorenzo ha 30 anni. Nato da una madre italiana e da un padre portoghese, conosce poco dal suo mondo paterno. Sono passati 40 anni dalla Rivoluzione ...

continue

FILMS

MinoTawra: si esporta cambiamento


Titolo inglese: MinoTawra: exporting change
Anno: 2011
Durata: 50'
Regista: Fares Kami
Autore: Fares Kami
Direttore della fotografia: Fares Kami & Andrea Raneletti
Montatore: Brunella Perrotta & Ilaria Vittorio
Musiche: Emel Methlouti & Lotfi Bouchnak & Dhafer Youssef & Anouar Brahem
Producer: Fares Kami

Colore: Color
Formato: DIGITAL BETACAM
Ratio: 16:9
Lingua originale: arabo/francese/italiano
Sottotitolo: italiano/inglese/francese
Genere: History & Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires
Tema: Diritti umani - Mass media & informazione - Politica & Società - Storia contemporanea
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 14-04-2012

Nome: Kamikairy
Cognome: Fares
E-mail: kamifares@gmail.com

Sinossi:
Il documentario “MinoTawra”, il cui titolo gioca con le parole, riferendosi da un lato al famoso mito greco del “Minotauro” simboleggiante la liberazione degli Ateniesi dall’oppressore Cretese e dall’altro alla parola araba Tawra (taura) che significa rivoluzione, ripercorre le tappe fondamentali degli eventi che hanno recentemente stravolto la Tunisia. Raccontandone oltre alle tappe principali anche le prospettive, le paure e le speranze generate. Analizzandone le cause e le peculiarità, filtrate spesso dai nostri media in maniera distorta, tramite alcuni personaggi emblematici ed esperienze di vita che si intrecciano alla Storia del paese. Sullo sfondo che si delinea emerge a tratti prepotentemente l’orgoglio e la dignità di un popolo intero. Rivoluzione di ultima generazione e voglia di cambiamento che travalica i confini nazionali vengono analizzati tramite: il ruolo del web e la figura dei blogger; l’abbattimento della paura e il ritrovarsi di un popolo; le prospettive del cambiamento e la rinascita di un movimento islamista; il ruolo dei più deboli in tutto ciò: giovani del sud rurale, donne, disoccupati, studenti. Con un occhio di riguardo per lo scenario a cavallo delle prime elezioni libere del 23 Ottobre che hanno istituito un’assemblea costituente. La rivoluzione è ancora in corso ed è ancora a rischio. Che ne sarà di questa? E che ne sarà del contagio globale?


Note:
Minotawra nasce sotto il richiamo irresistibile della Rivoluzione.Questo richiamo trascina due amici in Tunisia, senza boudget, nè contatti sul posto, nè conoscenza della lingua e quindi con scarsa possibiltà di pianificare.Dalla loro la voglia di un mondo differente e di inseguire il sogno che quella parola evoca e su cui avevano fantasticato crescendo: sentire che aria si respira in un luogo dove ha appena soggiornato questa figura mitologica chiamata Rivoluzione.Sulle tracce del cambiamento inciamperanno nei suoi figli, tanta gente disposta, un po’ per la proverbiale accoglienza del Maghreb, un po’ per l’entusiasmo generato da quegli avvenimenti, a supportarla.Gli si creerà intorno un’enorme rete di contatti che gli aprirà molte porte. Tutto ciò facendosi travolgere dagli eventi,confidando solamente nel potere delle intenzioni e nella forza trascinante di un momento unico, di caos e di grazia, che quel fazzoletto di terra e la sua gente stanno vivendo e trasmettendo al mondo.


Festival:
RIFF (Rome Indipendent Film Festival);
Valdarno Cinema FEDIC;
Festival delle Terre;
Sardinia Film Festival;
Bellaria DocNet;
SIFF;
1°Premio Sez."Democrazia" LampedusaInFestival;