Vai direttamente ai contenuti della pagina

VIDEO CORRELATI

  

MaldiMare

(2014 - 71')

Genre: Educational & Human Interest & Nature & Environment
Synopsis: Il tempo sembra essersi fermato alla Rivoluzione Industriale dell'800, con i palazzi decadenti del borgo vecchio e il fascino antico dei pescatori a f...

continue

  

CIGNO

(2015 - 24')

Genre: Docu-Reality & Nature & Environment
Synopsis: Un viaggio attraverso il mare e attraverso generazioni, al seguito di una fatica antica e quotidiana, fatta di gesti semplici e ripetitivi che scandis...

continue

  

Cattolica. Storie di mare e di coraggio

(2013 - 58')

Genre: Arts & Culture & History & Human Interest
Synopsis: Il nome di Cattolica evoca oggi l'idea di una città moderna e turistica, ma dietro la sua attuale immagine si cela un passato che ci riporta a ...

continue

  

SALPAMO

(2011 - 13')

Genre: Lifestyle & Nature & Environment
Synopsis: Uno sguardo intimo su una giornata lavorativa di Angelo e Ferdinando, padre e figlio, due tra gli ultimi piccoli pescatori di Numana, centro maritt...

continue

  

Una voce in prestito

(2015 - 37')

Genre: Biography & Human Interest
Synopsis: Un viaggio attraverso le testimonianze di amici e colleghi alla scoperta di un attore e doppiatore che era soprattutto una persona generosa e sempre d...

continue

FILMS

Dopotutto, non sono un bel paesaggio


Titolo inglese: I'm not such a beautiful landscape
Anno: 2011
Durata: 63'
Regista: Monaco Emiliano
Autore: Monaco Emiliano
Direttore della fotografia: Monaco Emiliano
Montatore: Monaco Emiliano
Società di produzione: Astarte & Biohlijoo
Distribuzione: Vivo film

Colore: Color
Formato: DIGITAL BETACAM
Ratio: 16:9
Lingua originale: islandese
Genere: Human Interest & Nature & Environment & Personal Viewpoint
Tema: Lavoro - Natura & Paesaggi
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 17-11-2011
Sito web: visita il sito

Nome: Gregorio
Cognome: Paonessa
Società: Vivo film
E-mail: gregoriopaonessa@vivofilm.it

Sinossi:
Amici da una vita, Sigfús e Hjalti, uniti da mezzo secolo di pesca nel Mare del Nord, rappresentano un riferimento l’uno per l’altro. Nonostante siano in pensione, insistono nell’andare per mare, come facevano un tempo per guadagnarsi da vivere. Oggi che la pesca dovrebbe essere solo un piacere, ripetono gli stessi gesti e le stesse pratiche, come se nulla fosse cambiato, come se stessero ancora lavorando. Cosa li induce a spingersi in acqua, a portare a riva quintali di pesce, a pulirlo per giorni e giorni? Dietro alla tenacia nel riprodurre il lavoro portato avanti per tutta la vita, si cela la difficoltà di accettare la vecchiaia. Alla fine sarà proprio la vecchiaia a costringerli a togliersi davvero la tuta da pescatori, quella veste da lavoro che per una vita ha imposto loro una maschera sociale da uomini tutti d’un pezzo e taciturni, come vuole la tradizione. La faticosa accettazione della vecchiaia sarà un passo avanti nelle loro vite: imparare a comprendere le proprie debolezze, tra amarezze e ironie, sarà un modo di confrontarsi con il proprio crepuscolo.


Festival:
Festival dei Popoli 2011

ShortdocsFest – Reykjavik 2012