Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

VIDEO CORRELATI

  

The Sacred Dancer

(2009 - 30')

Genre: Arts & Culture & Ethnography & Human Interest
Synopsis: Biswajit è un ragazzino di 15 anni e vive a Dimirisena, un piccolo villaggio di capanne di fango che sorge tra le risaie dello stato indiano de...

continue

  

Diol Kadd. Vita, diari e riprese in un villaggio del Senegal

(2010 - 90')

Genre: Lifestyle & Personal Viewpoint
Synopsis: Diol Kadd è il film frutto di tre anni di riprese in un piccolo villaggio senegalese, nella savana sub sahariana. Qui la nostra troupe si &egra...

continue

  

Il Grembiule e la Tonaca

(2015 - 1')

Genre: Arts & Culture & Human Interest & Personal Viewpoint

continue

  

Lettere dal deserto (elogio della lentezza)

(2010 - 88')

Genre: Docu-fiction & Personal Viewpoint
Synopsis: Il mondo corre. Hari cammina. Le sue scarpe consumate percorrono lunghe distanze nel deserto per recapitare messaggi chiusi in lettere scritte a mano,...

continue

  

Almost Married

(2010 - 54')

Genre: Arts & Culture
Synopsis: Fatma is a 25 years old Turkish woman. To live a free life from the traditional ties of her family and father she ran to Italy. Where she studies phot...

continue

FILMS

The Colony


Titolo inglese: The Colony
Anno: 2011
Durata: 26'
Regista: Diego D'Innocenzo
Direttore della fotografia: Marco Leopardi
Montatore: Diego D'Innocenzo
Musiche: Rosario Di Bella
Producer: Diego D'Innocenzo
Società di produzione: Terra Srl

Colore: Color
Formato: DIGITAL BETACAM
Ratio: 16:9
Lingua originale: english, spanish, pautdietsch
Sottotitolo: english
Genere: Ethnography & Human Interest & Personal Viewpoint
Tema: Culture locali - Emarginazione sociale - Popoli & tradizioni - Religione
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 01-10-2011

Nome: Diego
Cognome: D'Innocenzo
Società: TERRA Srl
E-mail: diegodin@tin.it
Sito web: link al sito

Sinossi:
Deserto del Chihuahua, Messico, 200 km dal Texas. In questa terra arida ed inospitale alcune colonie Mennonite hanno trovato la loro terra promessa e vivono ancorate ai rigidi principi imposti dalla religione. Si tratta di un vero e proprio gruppo etnico con occhi azzurri e capelli biondi, proveniente dal centro Europa e che per 500 anni ha vagato per il mondo alla ricerca di un luogo dove poter professare liberamente la propria religione nell’antica lingua tedesca degli avi. La colonia di El Savinal è la comunità più ortodossa della zona. Varcare i suoi confini significa fare un salto nel tempo e nello spazio: famiglie numerose dedite all’agricoltura, proibita la luce elettrica, il telefono e i mezzi a motore; bandite radio, televisione, musica e ogni simbolo del consumismo e della società mondana. Un isolamento fisico e temporale che ha permesso ai Mennoniti di preservare la loro integrità in nome di un’esistenza austera, semplice e devota in sintonia con gli insegnamenti della Bibbia. Abbiamo vissuto due mesi con i Mennoniti documentando la loro quotidianità ed intervistando gli abitanti della colonia. Il documentario racconta la loro semplice vita ma ritrae questa gente in un momento importante della loro storia: si comincia a percepire la difficoltà a stabilire un equilibrio tra il bisogno inevitabile di progredire economicamente e socialmente, e il desiderio di mantenere integra quella religiosità che da secoli occupa un ruolo centrale nella vita del popolo Mennonita


Note:
For the first time a TV crew was allowed to live in the Mennonite colony of El Savinal