Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Çapulcu, Voices from Gezi

(2014 - 60')

Genre: Human Interest & Investigation, Reportage & Current Affaires & Nature & Environment
Synopsis: Il film è un'istantanea su quanto abbiamo visto e su quanto ci è; stato raccontato. Le voci: studenti, avvocati, architetti, giornalis...

continue

  

Around Europe

(2014 - 80')

Genre: Docu-Reality & Educational & History
Synopsis: Around Europe è il viaggio di cinque giovani studenti attraverso luoghi simbolo della stroria del 900 europeo....

continue

  

My name is Charlie

(2014 - 54')

Genre: Biography & History & Human Interest
Synopsis: Un giovane bergamasco, nato nel 1874, ad inizio Novecento con un gruppo di altri compaesani emigra per l’Australia. Il suo nome è Modesto Varis...

continue

  

IL SANTO NERO

(2012 - 75')

Genre: Human Interest
Synopsis: Francis e Mirelle, due giovani africani arrivati sulle coste siciliane in fuga dai soprusi e dalle persecuzioni della dittatura del Congo, si sono sta...

continue

  

The Light of The Snow Lion

(2011 - 67')

Genre: Human Interest
Synopsis: Il documentario mostra le emozioni che questo sofferto cambiamento di rotta sta generando nella comunità Tibetana in Italia, combattuta tra il ...

continue

FILMS

We love Lebowski


Titolo inglese: We love Lebowski
Anno: 2011
Durata: 42'
Regista: Andrea d'Amore

Colore: Color
Formato: HD
Ratio: 16:9
Lingua originale: italian
Sottotitolo: english
Genere: Arts & Culture & Nature & Environment
Tema: Emarginazione sociale - Mass media & informazione - Politica & Società - Popoli & tradizioni - Sport
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 10-10-2011
Sito web: visita il sito

Nome: Andrea
Cognome: d'Amore
E-mail: ciboideale@libero.it
Sito web: link al sito

Sinossi:
Il calcio è cronaca, businnes, polemiche, politica, ci è interessato documentare quello che è un unicum nel panorama del calcio mondiale. Tifosi sfegatati a cui non interessa il risultato della loro squadra ma l’impegno dei giocatori e l’amicizia della curva. Sedicenni stomacati dal calcio spettacolarizzato e da tutto ciò che vi gira intorno, decidono di abbandonare le curve di serie A ed andare a tifare l’A.C. Lebowski, squadra di terza categoria fiorentina (sfigatissima ed anchessa modello particolare di squadra autofinanziata). Oggi dopo cinque anni il progetto matura in una esibizione e proposta di modello alternativo di Ultras, un ridimensionamento una resistenza o meglio un’evoluzione dell’ultras. Gli Ultimi Rimasti Lebowski conquistano la simpatia di varie tifoserie nazionali e internazionali, attirano l’attenzione dell’opinione pubblica e della stampa senza però mai farsi lusingare o perdere di vista i loro valori. Dunque un modello alternativo di Ultras, un modello di autorganizzazione sociale, un esempio generale di ridimensionamento, un gruppo di amici che cerca di integrare, aiutare, espandere il loro progetto in un recupero sociale di aree degradate della periferia fiorentina e di persone emarginate socialmente. Le loro coreografie e i loro movimenti di gruppo a contrasto con la desolazione dei campi di calcio nella periferia o nella campagna hanno un potenziale estetico suggestivo, poetico, appagante. L’intero film è realizzato esclusivamente con inquadrature..