Vai direttamente ai contenuti della pagina

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Italy Love it or Leave it

(2012 - 75')

Genre: Adventure & Travels & Arts & Culture & Personal Viewpoint
Synopsis: Luca e Gustav sono due ragazzi italiani che di recente hanno assistito all'esodo di molti amici coetanei che hanno deciso di lasciare l'Italia per me...

continue

  

Non mi avete convinto, Pietro Ingrao un eretico

(2012 - 75')

Genre: Biography & Educational & History
Synopsis: Pietro Ingrao, 97 anni, si racconta dialogando a distanza con uno studente anni Ottanta, distratto durante lo studio dalla radio che trasmette l´...

continue

  

Low Cost Flocks

(2014 - 72')

Genre: Adventure & Travels & Ethnography
Synopsis: Low Cost Flocks (Stormi Low Cost) è un film sull'immaginario dei viaggiatori. Come è cambiato il modo di viaggiare dalla nascita dei vo...

continue

  

Less is more

(2014 - 56')

Genre: Human Interest
Synopsis: LESS IS MORE La vita di un uomo può cambiare in un attimo. E ci sono eventi, nella vita di un uomo, che possono cambiare la vita degli altri. ...

continue

  

MEMORIE- In viaggio verso Auschwitz

(2014 - 76')

Genre: Adventure & Travels & Biography & History
Synopsis: Danilo Monte: “ Mio fratello è un grande appassionato di Storia, in particolare di seconda guerra mondiale. Da qualche anno parliamo poco, mai ...

continue

FILMS

El tiempo del no tiempo


Titolo inglese: The Time of No Time
Anno: 2013
Durata: 44'
Regista: Giuseppe Spina & Giulia Mazzone
Autore: Giuseppe Spina & Giulia Mazzone
Montatore: Giuseppe Spina & Giulia Mazzone
Società di produzione: Frameoff creative_DOC_video & Nomadica Circuito
Distribuzione: Nomadica Circuito

Colore: Color
Formato: MINI DV
Ratio: 4:3
Lingua originale: spa
Sottotitolo: ita - eng
Genere: Investigation, Reportage & Current Affaires & Personal Viewpoint
Tema: Guerra & Conflitti - Politica & Società
Paese di produzione: Italia

Nome: Giulia
Cognome: Mazzone
Società: frameOFF Laboratorio Audiovideo
E-mail: info@frameoff.it
Sito web: link al sito

Sinossi:
Cento anni dalla rivoluzione messicana e duecento dall'indipendenza. Migliaia le vittime del narcotraffico in un paese tra i più pericolosi al mondo. Le popolazioni indigene lottano per la dignità, i marxisti contro gli imperialismi, le farmacie vendono sigarette, il 50% della popolazione muore di fame, lo zapatismo si chiude, la sinistra si frammenta, la destra compromessa governa. Vitalità e atrocità segnano una situazione sociale convulsa ma in fermento. Attraversare il Messico diviene così una riflessione politica, storica e antropologica. Le parole e le immagini di questo film si intrecciano in concetti e sensazioni senza sosta, creando una sorta di flusso continuo, un domino sulla condizione dell'uomo contemporaneo.