Vai direttamente ai contenuti della pagina
registrati

TRAILER

VIDEO CORRELATI

  

Alain Danielou: Il labirinto di una vita

(2016 - 58')

Genre: Arts & Culture & Biography
Synopsis: La vita straordinaria dell'uomo che portò l'India in Occidente. Un avventuroso viaggio musicale che parte dalla Bretagna, passa attraverso l'I...

continue

  

Arcipelaghi

(2012 - 18')

Genre: Biography & Human Interest & Personal Viewpoint
Synopsis: “Arcipelaghi” è circa un modo personale di rappresentare storie sulla migrazione umana: sui percorsi di identificazione, sulle rotte geografich...

continue

  

Mariscica fu la prima

(2009 - 82')

Genre: Human Interest
Synopsis: Sono tutte donne, e tutte hanno una storia da raccontare: sono le protagoniste di un fenomeno abbastanza particolare, una immigrazione tutta al f...

continue

  

Nadea e Sveta

(2012 - 62')

Genre: Biography & Docu-fiction & Human Interest
Synopsis: Secondo le stime dell’O.N.U. la Moldavia sarebbe il Paese più povero d’Europa. Molte donne moldave decidono di emigrare sapendo che nell’Europa...

continue

  

I Vetri Tremano

(2016 - 72')

Genre: Arts & Culture & Biography & Personal Viewpoint
Synopsis: Da Cuba l'autore stabilisce, per mezzo di sms, una comunicazione con sua madre malata di cancro. Durante la permanenza nell'isola l'autore realizza de...

continue

FILMS

The Barefoot Princess


Titolo inglese: The Barefoot Princess
Anno: 2013
Durata: 54'
Regista: Samantha Cito & Simona Cocozza
Montatore: Simona Cocozza
Musiche: Carmine Terracciano
Producer: Samantha Cito & Simona Cocozza
Società di produzione: Giallomare Film
Distribuzione: Giallomare Film & (int) Motion Pictures

Colore: Color
Formato: DVCAM
Ratio: 16:9
Lingua originale: inglese
Sottotitolo: oriental bellydance
Genere: Adventure & Travels & Arts & Culture & Biography
Tema: Culture locali - Emarginazione sociale - Multiculturalità & Integrazione - Musica & Danza - Storie al femminile
Paese di produzione: Italia
Stato lavori: pronto
Data Uscita: 07-06-2013
Sito web: visita il sito

Nome: Samantha
Cognome: Cito
Società: Giallomare Film
E-mail: info@giallomare.eu
Sito web: link al sito

Sinossi:
Il documentario The Barefoot Princess racconta il paradigma universale del viaggio personale alla ricerca di sé stessi. A simboleggiare questo percorso, il viaggio reale e metaforico di una donna che ha affrontato alcuni dei conflitti che dimorano nel profondo dell'animo umano, attraversando Asia, Africa ed Europa per più di mezzo secolo. Grazie all'arte della danza è riuscita a ritrovare sé stessa, conquistando così la vera libertà. Protagonista del documentario è l’artista Kamellia, la prima donna Estremorientale a praticare la danza del ventre, nella seconda metà del '900. Diventò una vera leggenda proprio nei Paesi Arabi, dove la stampa l'incoronò “Principessa della Danza Orientale”. Ormai Kamellia vive a Parigi e, dopo 40 anni di straordinaria carriera, intraprende un viaggio alla riscoperta delle proprie origini, in Corea ed in Giappone. Lo fa in occasione del suo 60° compleanno che, nella cultura giapponese, è un evento unico dal grande significato simbolico. Un amaro quanto necessario viaggio nel passato la porterá a dare il nome giusto a ciò che da adolescente la spinse alla fuga: discriminazione razziale ed emarginazione femminile. Riposizionati tutti i tasselli del proprio passato, finalmente Kamellia fa ritorno in Europa. È pronta a dedicarsi alla sua nuova missione: trasmettere le proprie esperienze, professionali e personali, a chi, dopo di lei, s'immergerà nella danza: l'arte che le ha permesso di riappropriarsi del suo equilibrio interiore.


Note:
When we heard Kamellia’s story, we felt we came across an extraordinary life, transcending the private sphere and rising to a higher value of universal metaphor.
This woman, while unique in many ways, has something in common with all those who, in different times and parts of the world, do not accept rules or orders. Those who want to discover their own personal mission and find their place in the world, refusing to accept cultural and religious impositions that simply depend on the place of birth. Those who escape from rules, searching for the essence of life. Those who approach this search, which is not free from contradictions, as a crucial step in the endless fight for freedom.
From a stylistic point of view, we gave our story a purely film, documentary style, without fictional embellishment.
The documentary scenes are only supported by the interviews to the protagonist, reflecting on her life with a new-found serenity.


Festival:
XII Festival de Granada - Cines del Sur - Imágenes del Milenio (Spain, june 2013)